Dona Adesso
Catholics praying in China

ACN

In Cina, la musica come strumento di evangelizzazione

Nella diocesi di Cang Zhou, il primo Festival dedicato alla Liturgia cattolica e alla Musica sacra per celebrare l’Anno della Misericordia

“Partecipazione, Comunione e Preghiera” è stato il tema del primo Festival in Cina dedicato alla Liturgia cattolica e alla Musica sacra per celebrare l’Anno della Misericordia, che si è svolto dal 25 al 27 ottobre nella diocesi di Cang Zhou (Xian Xian).

Secondo le informazioni pervenute all’agenzia Fides, hanno preso parte all’iniziativa diversi cori diocesani e parrocchiali, oltre a vescovi, sacerdoti, religiose e fedeli laici esperti di musica sacra e di liturgia, provenienti da 18 diocesi della Cina continentale e da Hong Kong. Si sono svolte celebrazioni liturgiche, un concerto, un seminario e una tavola rotonda.

Durante la solenne celebrazione di chiusura, monsignor Zhang Yin Lin, vescovo della diocesi di An Yang, ha incoraggiato tutti i presenti a usufruire della musica sacra come “meraviglioso strumento di evangelizzazione”. Secondo don Jia Wen Liang, organizzatore dell’incontro ed esperto di musica sacra, “tantissimi cinesi sono entrati in chiesa seguendo la musica sacra e sono diventati cristiani. La musica sacra è a servizio della liturgia e la liturgia ha sviluppato la migliore musica sacra”.

Jia Wen Liang è compositore e cantautore di musica sacra, laureato a Roma, alla Scuola di Musica Tommaso Ludovico da Victoria, nei suoi 26 anni di sacerdozio ha guidato numerosi corsi di musica sacra e liturgia nella Cina continentale, cui hanno partecipato oltre 3 mila persone.

Secondo don Jia Wen Liang, la musica è il migliore strumento di evangelizzazione: “oggi tante diocesi e chiese cinesi hanno un organo di altissimo livello importato dall’estero, coro ed orchestra sono molto diffusi, ma dobbiamo guidarli ad essere in sintonia con l’autentica liturgia cattolica. Dobbiamo utilizzarli per la missione dell’evangelizzazione

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione