Dona Adesso

Foto: Ufficio Stampa Direzione Nazionale Salesiani

CEI: l’88% degli studenti italiani sceglie l’ora di religione

È quanto emerge dall’indagine nazionale sull’insegnamento della religione cattolica, a 30 anni dalla revisione del Concordato, presentata da mons. Nunzio Galantino

Ad avvalersi dell’ora di religione cattolica nelle scuole è l’88% degli studenti italiani, che esprime “elevate percentuali di gradimento”. Appaiono “incoraggianti” anche i risultati in merito all’effettivo “sapere religioso” veicolato attraverso l’insegnamento della religione cattolica (Irc). Sono i dati che emergono dalla quarta indagine nazionale sull’insegnamento della religione cattolica, presentata da mons. Nunzio Galantino, segretario generale della CEI, a 30 anni dalla revisione del Concordato.

Il volume, edito dalla Elledici e curato da Sergio Cicatelli e Guglielmo Malizia, si intitola “Una disciplina alla prova”.  La ricerca ha coinvolto 3mila insegnanti di religione e 20mila studenti. Significativi i dati sulla multi-religiosità degli studenti che si avvalgono dell’Irc: il 91,7% degli insegnanti di religione della scuola statale e il 56,8% di quella cattolica hanno in classe alunni appartenenti ad altre confessioni religiose, che pure frequentano le loro lezioni. “Un ideologismo cieco o spinto tende a marginalizzare l’insegnamento della religione cattolica”, ha detto Galantino, spiegando però che si tratta di un insegnamento per la “formazione umana” non un di “privilegio”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione