Dona Adesso

Sagrada Familia / Pixabay CC0 - ksobolev0, Public Domain

Barcellona: domani beatificazione di 109 martiri Clarettiani

“Missionari fino alla fine”

Nella monumentale basilica della “Sagrada Família” a Barcellona si svolgerà domani, sabato 21 ottobre 2017, il solenne rito di beatificazione di 109 martiri e religiosi dei Missionari figli del Cuore immacolato di Maria (meglio noti come “Clarettiani”) appartenenti a varie comunità della congregazione.

Si tratta del gruppo di martiri capeggiati da padre Mateo Casals, superiore della comunità di Sabadell, nei pressi di Barcellona, dal religioso Teófilo Casajús e dal fratel Ferran (o Fernando) Saperas, uccisi con altri 106 compagni “in odium fidei” (in odio alla fede) tra il 1936 e il 1937 durante la Guerra civile spagnola.

La cerimonia sarà presieduta dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, come rappresentante di papa Francesco.

Il decreto per la beatificazione è stato approvato da papa Francesco il 22 dicembre scorso. L’iter era stato avviato quasi 70 anni fa, nel 1948.

Dei 109 martiri ben 102 furono uccisi in Catalogna, per quale motivo la celebrazione avviene proprio a Barcellona. Provenivano da varie comunità, anche al di fuori della Catalogna: Cervera, Mas Claret e Solsona (60), Vic (15), Lleida (o Lérida, 11), Barcellona (8), Sabadell (8), Valencia (4) e Castro Urdiales, nella Cantabria (3).

Questa è la più grande causa di beatificazione in una sola congregazione”, ha sottolineato p.  Ricard Costa-Jussà, provinciale dei missionari Clarettiani di Catalogna, durante un incontro con la stampa.

“I 109 martiri che sono morti dando la loro vita per essere religiosi e perdonando i loro assassini […] erano missionari fino in fondo”, ha proseguito il religioso.

Questa sera ci sarà una veglia di preghiera nel Santuario del Cuore di Maria a Barcellona, guidata dal superiore generale dei Clarettiani, p. Mathew Vattamattam.

Domenica 22 ottobre invece, sempre nel “Santuari del Cor de Mari” ci sarà una Messa di ringraziamento presieduta dal cardinale arcivescovo di Barcellona, Juan José Omella. (pdm)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione