Dona Adesso
San Maiolo Abate di Albignano

San Maiolo Abate di Albignano - Wikimedia Commons

Albignano d’Adda: l’Ostia che si mantiene intatta da 60 anni

Il prodigio permane dal marzo 1957, quando dei ladri rubarono un Ostensorio nella Parrocchia di San Maiolo Abate

La Parrocchia di San Maiolo Abate si trova nel  piccolo Comune di Albignano d’Adda, che  dista  circa  25  Km da Milano. Essa vanta al suo interno due preziose urne contenenti i resti dei corpi dei Martiri Sant’Ireneo, San  Didolo e San Recelso, donati dal conte di Anguissola nel 1728. Ma oltre a questi illustri ospiti, nella cosiddetta Cappella del Pane, si conserva un’Ostia consacrata che nonostante siano passati quasi 60 anni, ancora si mantiene intatta. Quest’Ostia fu protagonista di un Miracolo Eucaristico simile a quello avvenuto a Siena e a San Mauro la Bruca. I fatti si svolsero più o meno così. Nella notte tra il 6 e il 7 marzo del 1957, verso l’una di notte,  due ladri furtivamente si introdussero nella chiesa per rubare.  Tra gli oggetti  prelevati, vi era anche un Ostensorio contenente un’Ostia consacrata. Alcuni fedeli, attratti dai rumori, si accorsero che i ladri erano dentro la chiesa e cominciarono a gridare. I malfattori, vistosi scoperti, fuggirono via con la refurtiva. Uno dei sacchi, che conteneva tra l’altro anche l’Ostensorio, essendo molto pesante, fu  abbandonato nel prato (allora adiacente alla chiesa).

Dall’Ostensorio scivolò via la Sacra Particola,  che venne subito raccolta  dall’allora parroco, don Cornelio Cossù,  che la ripose in una teca chiusa con dello spago, con sopra un biglietto con scritte queste parole: “Non toccare, Ostia del Sacrilegio”. Particolare rilevante è che in quella notte scendeva una sottile pioggerellina che però non riuscì a deteriorare la sacra Ostia, che tuttora si presenta bianchissima e senza ombre di muffa. Don Giorgio Lattuada, attuale parroco della chiesa del Miracolo, ha assunto un frammento dell’Ostia del prodigio che si era staccato, costatando che tuttora ha un sapore fresco e fragrante, come se fosse stato prelevato da un’Ostia appena confezionata. In questa Cappella che  custodisce il Miracolo, tutti i giorni, viene celebrata la liturgia delle Lodi e dei Vespri ed è meta di numerosi pellegrinaggi. Recentemente don Giorgio ha chiesto alla Diocesi di Milano di avviare un processo canonico per confermare in modo definitivo il Miracolo.

***

Per approfondire il tema dei Miracoli Eucaristici, è possibile visitare il sito del Servo di Dio Carlo Acutis: http://www.miracolieucaristici.org/

Disponibile il libro “I miracoli eucaristici nel mondo” (ed. Shalom, 2016): http://www.editriceshalom.it/it/shop/i-miracoli-eucaristici.html

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione