Dona Adesso

Mons. Bernardito Cleopas Auza / © Holy See Mission

Viaggio in Egitto. Santa Sede: “Intensificare gli sforzi per proteggere minoranze”

Intervento di mons. Auza all’Onu, dove ha parlato anche della questione israelo-palestinese

Non esiste antidoto più efficace all’odio e alla violenza del dialogo e dell’incontro. Lo ha ribadito mons. Bernardito Auza, nunzio apostolico e Osservatore permanente della Santa Sede alle Nazioni Unite, intervenendo ieri, 20 aprile 2017, al dibattito al Consiglio di Sicurezza Onu a New York sul Medio Oriente.

A poco più di una settimana dal viaggio del Papa in Egitto (28-29 aprile), il presule – riferisce la Radio Vaticana – ha fatto appello ai fornitori di armi affinché rispettino le norme internazionali, ai leader religiosi perché condannino apertamente l’incompatibilità tra terrorismo e uso della violenza, alla comunità internazionale perché tuteli le minoranze etniche e religiose. A proposito dell’ultimo punto, Auza ha parlato del Medio Oriente, dove la presenza storica di minoranze è oggi messa a repentaglio dall’estremismo.

Il nunzio vaticano ha anche parlato della questione israelo-palestinese. Si è fatto interprete della posizione della Santa Sede per i due Stati, con confini riconosciuti a livello internazionale. Ferma la contrarietà a a decisioni unilaterali o ad atti di violenza che amplificano odio e divisioni.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione