Dona Adesso

Foto: Zenit DCL

Vescovo di Rouen: “Più fedeli a Messa ora che prima del martirio di padre Hamel”

Dopo la messa di suffragio per il sacerdote ucciso a luglio, monsignor Lebrun ammette: “La paura c’è ma i cattolici francesi si stanno facendo coraggio”

Di fronte al terrore, i francesi hanno dimostrato coraggio, recandosi ancora a messa e ricordando le parole di San Giovanni Paolo II: “Non abbiate paura”.

Stamattina, il vescovo di Rouen, monsignor Dominique Lebrun, ha espresso questi pensieri, a seguito della messa celebrata da papa Francesco nella Casa Santa Marta, in memoria di padre Jacques Hamel, il sacerdote ucciso nella chiesetta di Saint-Etienne-du.Rouvray, dove era parroco.

Ottanta pellegrini della diocesi francese, assieme al vescovo, hanno presenziato alla messa per padre Hamel, che ha patito il martirio lo scorso 26 luglio. Due uomini armati di coltello erano entrati nella sua parrocchia, prendendo in ostaggio lui, due suore e due fedeli. Avevano poi ucciso padre Hamel, tagliandogli la gola, e ferito gravemente un altro dei presenti.

Nell’omelia di oggi, pronunciata in italiana e tradotta simultaneamente in francese, papa Francesco ha ricordato che oggi ricorre la festa dell’Esaltazione della Santa Croce. Parlando di questo mistero, il Pontefice ha riflettuto su quanto padre Hamel, come Cristo, sia stato obbediente fino alla morte.

Sottolineando che “uccidere in nome di Dio è satanico”, il Papa ha anche pregato perché il coraggioso esempio di padre Hamel infonda coraggio nei fedeli.

Dopo la messa, monsignor Lebrun ha incontrato i giornalisti in Sala Stampa Vaticana, per un breve briefing in francese, a cui sono stati presenti anche la sorella di padre Hamel e due parrocchiani, presenti al momento del martirio.

Alla domanda di ZENIT, se i fedeli francesi, in modo particolare nella sua diocesi, abbiano paura ad andare a messa, e i sacerdoti abbiano timore di celebrare, il presule ha risposto: “Sì, c’è paura. Assolutamente”.

Lebrun ha ricordato di aver avuto un incontro con i vicari della sua diocesi, i quali gli hanno detto tutti di aver ricevuto chiamate da persone che ancora si domandavano “se ci fosse messa, se si poteva andare, se c’era qualche rischio”.

“Tuttavia – ha proseguito – ora, a messa, ci sono più fedeli e questo mi fa riflettere seriamente sulle parole di Gesù, che Giovanni Paolo II ha spesso ripetuto: “Non abbiate paura”.

“Non credo che Gesù abbia detto: ‘è stupido avere paura’ o ‘non c’è ragione di avere paura’. No, Lui ha detto: ‘abbiate coraggio di avere paura’”, ha affermato monsignor Lebrun.

Il vescovo ha ricordato ai giornalisti che lo stesso papa Francesco stamattina ha insegnato qualcosa sul martirio e ha dato ai fedeli francesi il consiglio di essere coraggiosi.

Monsignor Lebrun ha poi concluso, dicendo: “Sì, direi che a livello psicologico, c’è paura, ma a un livello più profondo, dell’anima, si riscontra più forza”.

About Deborah Castellano Lubov

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione