Dona Adesso
Vatican Logo

ZENIT

Vatileaks 2, nessun imputato richiede l’appello

I Pm vaticani hanno ancora 40 giorni di tempo per impugnare eventualmente la sentenza. Fino ad allora mons. Vallejo Balda rimane in semilibertà

Mons. Lucio Angel Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui, ovvero i due imputati del processo Vatileaks 2 per fuga di documenti riservati, non hanno presentato richiesta di appello entro il termine previsto dei tre giorni. Lo ha confermato il direttore uscente della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi

I due imputati – condannati dal Tribunale vaticano a 18 mesi di reclusione per il monsignore e 10 mesi con pensa sospesa per 5 anni alla pr – avevano la possibilità, tramite i rispettivi avvocati, di appellarsi all’Ufficio del Promotore di Giustizia, il quale ha invece 40 giorni di tempo dalla lettura del dispositivo per eventualmente impugnare la sentenza.

Quindi essa non può considerarsi passata in giudicato fino a che non sia decorsa quella scadenza. “Fino ad allora – ha spiegato padre Lombardi – monsignor Lucio Vallejo Balda resta in regime di semilibertà tra le mura della Città del Vaticano.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione