Dona Adesso

UNITALSI: una giornata di festa a Catania

Stand e gadget per sensibilizzare sulla disabilità e preparare spiritualmente al pellegrinaggio giovani a Lourdes (5-9 dicembre)

Si è tenuto ieri a Catania l’evento Corri con l’UNITALSI!, una giornata con stand e gadget, i cui proventi verranno poi destinati alle opere e alle missioni che le sottosezioni stabiliranno di volta in volta.

L’evento, strutturato con la volontà di rendere visibile l’operato dell’associazione, che accompagna e sostiene i bisogni dei disabili e degli ammalati e delle loro famiglie, ha deciso di sostenere i giovani, attraverso giornate che hanno lo scopo di sensibilizzare e radunare persone per un momento di preghiera, in vista del pellegrinaggio giovani, che si terrà a Lourdes nei giorni di dicembre dal 5 al 9 dicembre.

Erano presenti tutti i giovani e i responsabili delle sottosezioni di Catania, Siracusa, Messina, Piazza Armerina, assieme a numerosi ragazzi di Enna, che hanno preso parte alle attività e ai momenti di preghiera, culminati nella celebrazione nella chiesa di via Crociferi.

Un evento che, per diverse ore, ha coinvolto i passanti e i soci, che non si sono fatti intimorire dal sole cocente, sotto il quale hanno ballato. Riuscitissima la festa e numerosi gli astanti, così come moltissimi sono stati i giovani, anche di Enna, che hanno confermato la loro presenza a dicembre a Lourdes.

L’evento che ufficialmente si è concluso per l’ora di pranzo, ha visto i ragazzi e i disabili proseguire la loro giornata sugli spalti della Villa Bellini.

“È la prima volta che si tiene un evento del genere – ha affermato Alfio Galvagno, presidente dell’associazione Clown Therapy di Catania -. Sono felicissimo di come è stato organizzato, soprattutto perché è stato il primo evento organizzato da noi per sensibilizzare e far conoscere il nostro operato, ed è per questo che abbiamo deciso di intraprendere Corri con l’UNITALSI! Destinazione paradiso… Lourdes! Tutto è stato pensato per un momento di condivisione e per invitare la gente a riflettere sulla  sofferenza e sulla gioia che può nascere nel momento di condividere”.

“Il messaggio più bello – prosegue Galvagno – è stato quello di fermarsi, di ballare e di trascorrere un momento in spensieratezza e gioia piena. Uno dei momenti più belli e commoventi è stato quello di coinvolgere i nostri ragazzi disabili, che hanno saputo condividere un momento con noi, anche solo il tempo di una passeggiata, di un ballo, di un sorriso. Standoci accanto, hanno potuto sentirsi protetti dalla nostra presenza e dal nostro calore, e hanno espresso il loro affetto e la loro voglia di amare”.

Per il presidente di Clown Therapy, “è stata una grande gioia poter condividere con loro un momento di spensieratezza pura, pensando che loro conducono una vita diversa dagli altri, che il più delle volte si riduce al poter solo guardare da una finestra nella casa propria o in una casa di cura. Molti pensano che la sofferenza possa solo produrre sensazioni di malessere, invece condividere un momento con una persona che soffre o vive un disagio fisico è un momento di dolcezza infinita e di pace”.

Ieri, passeggiando lungo la via Etnea, i volontari hanno potuto riassaporare la gioia del cammino insieme. “Gli stand in esposizione, con magliette e oggetti vari sono stati creati per fare conoscere l’associazione alla città di Catania, per sensibilizzare la gente ad aprirsi a nuove opportunità di crescita, di amicizia e fratellanza vissute nella gioia malgrado le difficoltà e le sofferenze della propria condizione fisica e psicologica. Ieri abbiamo ballato tutti sulle note dello stacchetto di Happy, proprio per ricordare che dobbiamo imparare a vivere nella dimensione della gioia”, ha quindi concluso Galvagno.

About Maria Luisa Spinello

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione