Dona Adesso

Un sogno: girare il mondo, prima di perdere la vista

La storia di Molly, bimba di 7 anni affetta da patologia degenerativa, ha scatenato una gara di solidarietà in tutto il mondo

La piccola Molly Bent, 7 anni, soffre di retinite pigmentosa, una patologia degenerativa della vista: per lei si è scatenata una gara di solidarietà che ha coinvolto anche il Policlinico Gemelli e la IAPB.

A causa della retinite pigmentosa, la piccola Molly Bent, 7 anni, perderà la vista. Prima che ciò avvenga, però, i genitori vorrebbero farla viaggiare il più possibile e farle vedere le meraviglie del mondo. La sua storia ha suscitato forte commozione e si è subito aperta una gara di solidarietà nei confronti della bimba.

Nei giorni scorsi, Molly, originaria di Manchester, si è recata a Roma, assieme alla mamma, al papà e ai due fratellini di 5 e 2 anni, visitando tutti i monumenti e gli angoli di storia che aveva desiderato vedere: il Colosseo, piazza di Spagna, tutte le basiliche.

Questa tappa è stata possibile grazie all’appoggio economico e logistico dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB) Onlus, che ha reso possibile anche una visita specialistica per la piccola presso il Polo Nazionale per la Riabilitazione Visiva.

Quest’ultimo è un centro sanitario di prestigio internazionale, che collabora con l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Si tratta di una struttura della IAPB Italia onlus che mira ad aiutare gli ipovedenti a migliorare la loro qualità della vita sfruttando al meglio il loro residuo visivo.

I genitori di Molly vogliono fare accumulare alla figlia molti ricordi nuovi, prima che perda la vista. Attualmente la scienza non è riuscita a trovare cure per la retinite pigmentosa, una malattia genetica che porta alla cecità che, tra l’altro, ha colpito anche suo nonno facendolo piombare nell’oscurità molto presto.

Ciononostante la famiglia Bent non ha perso del tutto le speranze. Grazie ad un appello postato su Facebook dalla mamma di Molly, sono piovute donazioni ed atti di solidarietà, oltre le più rosee previsioni. Grazie alla generosità di tante persone lontane, la bambina inglese potrà così girare il mondo e fare tante esperienze da raccontare.

“Noi saremo sempre a disposizione della bambina e della sua famiglia ­– ha affermato l’avv. Giuseppe Castronovo, Presidente della IAPB Italia onlus –. Così come io ho perso la vista  a nove anni (a causa di un ordigno bellico), anche Molly potrà perderla, ma in questo caso a causa di una grave malattia genetica che colpisce la retina”.

La IAPB Italia onlus le ha voluto regalare un viaggio in Italia dal 3 al 6 luglio. Presso il Polo Nazionale, poi, Molly ha potuto apprendere tecniche utili a mantenere la sua autonomia e scoprire strumenti, anche parlanti che, un giorno, le saranno utili per continuare il suo percorso di vita.

Nel frattempo il suo “magazzino dei ricordi” si amplierà ulteriormente. Tutte le immagini che riuscirà a memorizzare potranno, infatti, esserle di grande aiuto quando sarà grande e vedrà molto meno di ora, fino alla cecità, che in questo caso non è evitabile salvo miracoli.

About Luca Marcolivio

Roma, Italia Laurea in Scienze Politiche. Diploma di Specializzazione in Giornalismo. La Provincia Pavese. Radiocor - Il Sole 24 Ore. Il Giornale di Ostia. Ostia Oggi. Ostia Città (direttore). Eur Oggi. Messa e Meditazione. Sacerdos. Destra Italiana. Corrispondenza Romana. Radici Cristiane. Agenzia Sanitaria Italiana. L'Ottimista (direttore). Santini da Collezione (Hachette). I Santini della Madonna di Lourdes (McKay). Contro Garibaldi. Quello che a scuola non vi hanno raccontato (Vallecchi).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione