Dona Adesso

Un mese mariano lungo 365 giorni

L’emittente televisiva Maria Vision, nata in Messico e poi approdata in tutto il mondo, nasce con l’obiettivo di portare la pace nei cuori della gente, facendo evangelizzazione

L’edizione italiana ha sede a Loreto, principale santuario mariano d’Italia, ma le sue radici affondano nella devozione alla Virgen de Guadalupe, patrona del Messico e delle Americhe. Quella di Maria Vision è la storia di una emittente televisiva unica nel suo genere e quasi totalmente affidata alla provvidenza.

Nata in Messico nel 1993, Maria Vision si è rapidamente diffusa in buona parte dell’America Latina e negli Stati Uniti, per un totale di venti paesi, tra cui due europei: Spagna e Italia.

Offrendo un’informazione in linea con la Chiesa universale, questa TV ha come obiettivo portare la pace nei cuori della gente, facendo evangelizzazione.

L’offerta del palinsesto privilegia i temi religiosi, senza trascurare il sociale, con trasmissioni dedicate alla famiglia, al lavoro, alla bioetica, alla salute e al rispetto del creato.

A colloquio con ZENIT, Sabina Braschi, presentatrice, giornalista e responsabile marketing dell’emittente, ha illustrato i contenuti e le finalità di Maria Vision.

Qual è l’idea editoriale di fondo di Maria Vision?

Offriamo trasmissioni che danno una prospettiva e un’alternativa a chi ci ascolta. E tra gli ascoltatori non c’è solo la persona anziana che non esce mai di casa ma anche la mamma, il marito che ritorna a casa per ascoltare qualcosa che entra nel cuore. L’idea editoriale di Maria Vision è trasmettere qualcosa di bello a chi ascolta, le cose belle che esistono in questo mondo e che purtroppo i mezzi televisivi e la società in cui viviamo ci hanno fatto dimenticare. Con coraggio si cerca di portarle alla presa diretta di tutti, di portare la gente a conoscenza che ancora esistono le buone notizie. E poi noi abbiamo la Buona Novella, altrimenti che cattolici siamo?

I contenuti della vostra emittente sono esclusivamente religiosi?

No, il palinsesto offre anche temi sociali: ad esempio, quando facciamo servizi presso le carceri o gli orfanotrofi o le case per anziani. Non è però un sociale che “denuncia”. È quel tipo di servizio che vuole portare la speranza, l’aiuto, il conforto, la presenza anche a categorie sociali che possono essere l’anziano, il povero, il carcerato, il sofferente, persone che hanno bisogno di consolazione spirituale. Maria Vision non denuncia il problema ma vuole aiutare a risolverlo.

Siamo in ottobre, secondo mese mariano dell’anno, dedicato in particolare al Rosario. Avete dei programmi speciali in palinsesto per celebrare questo mese?

Il mese mariano per noi, nel senso rituale del termine, non esiste perché per noi, l’intero anno è mariano! La televisione è dedicata a Maria, quindi tutto quello che si fa, ruota intorno alla mission principale che è l’evangelizzazione, in particolare per intercessione della Vergine Maria. Quindi, ad ottobre, non sentiamo una maggiore necessità di intervenire in tal senso perché lo facciamo tutti i giorni dell’anno. Mi riferisco ai rosari che vengono pregati tre volte al giorno, alle trasmissioni in cui la Vergine Maria è protagonista, con la preghiera che le è dedicata o con le trasmissioni in cui si chiede di intervenire in diretta televisiva per chiedere alla Vergine Maria la sua intercessione; lo si fa simbolicamente attraverso un fiore, un cuore, un dono. Sono trasmissioni non tanto da catechesi ma da intrattenimento: si scherza, si ride, si conversa con il telespettatore ma si prega Maria. L’immagine della Vergine Maria di Loreto è presente in tutte le nostre trasmissioni, oltre ad essere presente nella trasmissione notturna, come immagine della Santa Casa della Vergine di Loreto per tutta l’adorazione notturna.

Come è avvenuta la collocazione a Loreto dell’edizione italiana?

La collocazione a Loreto è nata dalla preghiera, non è stata pianificata. Il presidente e fondatore della nostra televisione è messicano e ha fondato Maria Vision in Messico circa 20 anni fa. Poi si è estesa in tutta l’America Latina, negli Stati Uniti ed è arrivata in Europa, prima in Spagna, poi, un anno fa, in Italia. La diffusione in nuovi paesi è sempre avvenuta a seguito di una intensa preghiera che viene fatta fare a gruppi, sacerdoti e dipendenti di Maria Vision. Il fondatore dice sempre: quando c’è un problema non risolviamolo mai razionalmente, mettiamoci in preghiera e Gesù ci farà capire come risolverlo. Sono scelte che derivano da un’intensa preghiera.

Come si sostiene economicamente Maria Vision?

In tutto il mondo Maria Vision vive attraverso la provvidenza. Inizialmente è stata finanziata dal fondatore, poi è andata avanti con la provvidenza. In Italia la situazione è diversa perché i costi televisivi sono molto alti quindi la TV vive della “provvidenza sudamericana”. Poi si inizia a muoversi da soli, con l’aiuto di Dio. Che la Madonna ci aiuti a trovare i nostri sostenitori, coloro che, riescano a comprendere il contributo spirituale, sociale e culturale che Maria Vision porta nelle case! Speriamo questo venga capito al più presto e sostenuto attraverso il contributo economico di tutti coloro che lo vogliono. Naturalmente l’ideale sarebbe un numero grandissimo per una cifra minima a testa. Se 10mila persone danno 10 euro, è già una cifra che permette di sostenere i costi, perché il segnale televisivo purtroppo comporta una spesa molto alta. Per qualsiasi cosa possa aiutare Maria Vision, dando un contributo a questa emittente, noi ne saremo grati.

Tra gli eventi di finanziamento, segnalo la Telemaratona del prossimo 17 ottobre: una diretta TV che, dalle 9 alle 22.30, offrirà testimonianze di chi lavora a Maria Vision e di spettatori, con momenti di musica dal vivo e un’adorazione finale.

L’8 dicembre prossimo, invece, solennità dell’Immacolata, presso il Centro Giovanni Paolo II di Loreto, avrà luogo il Concerto per Maria (ingresso € 10).

***

Web: www.mariavisionitalia.it/

Per sostenere economicamente Maria Vision:

CONTO CORRENTE POSTALE

Numero – 001015868910

Intestato a:
Associazione Maria Vision
Piazzale Lorenzo Lotto, 5 – 60025 – Loreto (AN)

CONTO BANCARIO

IBAN – IT 58 J 02008 37381 000 102790136

Intestato a:
Associazione Maria Vision

About Luca Marcolivio

Roma, Italia Laurea in Scienze Politiche. Diploma di Specializzazione in Giornalismo. La Provincia Pavese. Radiocor - Il Sole 24 Ore. Il Giornale di Ostia. Ostia Oggi. Ostia Città (direttore). Eur Oggi. Messa e Meditazione. Sacerdos. Destra Italiana. Corrispondenza Romana. Radici Cristiane. Agenzia Sanitaria Italiana. L'Ottimista (direttore). Santini da Collezione (Hachette). I Santini della Madonna di Lourdes (McKay). Contro Garibaldi. Quello che a scuola non vi hanno raccontato (Vallecchi).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione