Dona Adesso
Ready for the kick-off

Pixabay CC0

Un calcio alle dipendenze. Acta Lazio scende in campo

Il 19 dicembre, nella sede del CeIs un torneo per coordinare e snellire interventi e proposte nel campo della lotta alle dipende patologiche

Un torneo per dare un calcio alle dipendenze. Si terrà il 19 dicembre prossimo, a partire dalle 15, nella sede centrale del Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi, a Roma in via Attilio Ambrosini, 129, e sarà animato da 12 squadre maschili e da alcuni rappresentanti dell’Associazione Italiani Arbitri.

A organizzarlo è Acta Lazio Onlus, nata nel giugno 2014, allo scopo di coordinare e snellire interventi e proposte nel campo della lotta alle dipende patologiche, grazie all’impegno e alla volontà di quattordici realtà accreditate operanti sul territorio della Regione Lazio (Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi Onlus, Fondazione Villa Maraini Onlus, Il Ponte Centro Solidarietà Onlus, Comunità Cusumano, l’Approdo, Comunità Mondo Nuovo, Dianova Onlus, Comunità Emmanuel, Nuovi Orizzonti, Fratello Sole, Comunità Massimo Onlus, Ce.I.S. San Crispino di Viterbo, Exodus, Comunità In Dialogo).  Si tratta di un nuovo soggetto che nelle sue articolazioni assiste nel Lazio 745 utenti con 277 operatori e con la fornitura di 804mila pasti all’anno.

“Configurandosi come rete di grandi realtà impegnate nella lotta alle dipendenze non solo per fornire risposte più celeri ed efficaci alle esigenze che emergono dalla società, ma anche per far nascere una nuova entità, forte e articolata, che possa porsi a pieno titolo come collegamento e coordinamento, snello, funzionale e capillare tra istituzioni, associazionismo e terzo settore, – spiega il presidente Roberto Mineo – Acta Lazio può registrare tra i suoi più significativi successi il decisivo contributo fornito al raggiungimento, alla fine del 2015, dell’adeguamento delle rette comunitarie decretato dal Presidente della Regione Nicola Zingaretti, dopo lunghi anni di inefficaci tentativi in tal senso”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione