Dona Adesso

Celebrazione eucaristica per la Comunità cattolica congolese di Roma - Foto © Vatican Media

Udienza al Presidente della Repubblica Democratica del Congo

Entrata in vigore dell’Accordo Quadro tra la Santa Sede e la Repubblica Democratica del Congo su materie di comune interesse

Entrata in vigore dell’Accordo Quadro tra la Santa Sede e la Repubblica Democratica del Congo su materie di comune interesse

Oggi, 17 gennaio 2020, nel Palazzo Apostolico Vaticano, Sua Eminenza il Sig. Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, e Sua Eccellenza il Sig. Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo, Presidente della Repubblica Democratica del Congo, hanno proceduto allo scambio degli strumenti di ratifica dell’Accordo Quadro tra la Santa Sede e la Repubblica Democratica del Congo su materie di comune interesse, firmato in Vaticano il 20 maggio 2016.

Erano presenti alla solenne cerimonia:
da parte della Santa Sede:
S.E. Mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati, S.E. Mons. Ettore Balestrero, Nunzio Apostolico nella Repubblica Democratica del Congo; S.E. Mons. Marcel Utembi, Presidente della Conferenza Episcopale Nazionale del Congo (CENCO); Mons. Mislav Hodzić, Consigliere di Nunziatura presso la Segreteria di Stato; Don Donatien Nshole, Segretario Generale della CENCO.

da parte della Repubblica Democratica del Congo:
S.E. la Sig.ra Marie Tumba Nzeza, Ministro di Stato e Ministro degli Affari Esteri; il Sig. Fortunat Biselele, Consigliere privato del Capo dello Stato; il Sig. Pacifique Kahasha, Incaricato di Missione del Capo dello Stato; S.E. il Sig. JeanPierre Hamuli Mupenda, Ambasciatore presso la Santa Sede.

L’Accordo Quadro è entrato in vigore lo stesso giorno a norma dell’articolo 21 § 1 dell’Accordo medesimo. Prendendo atto della rispettiva indipendenza e autonomia della Chiesa e dello Stato, il Documento fissa il quadro giuridico dei reciproci rapporti. In particolare, viene sancita la libertà della Chiesa nell’attività apostolica e nella regolazione delle materie di propria competenza. Vengono, inoltre, disciplinati vari ambiti, tra cui le istituzioni cattoliche di educazione, l’insegnamento della religione nelle scuole, l’attività assistenziale-caritativa della Chiesa, la cura pastorale nelle Forze Armate e nelle Istituzioni penitenziarie ed ospedaliere, il regime patrimoniale e fiscale, l’ottenimento dei visti d’ingresso e dei permessi di soggiorno per il personale religioso. Prevede intese applicative tra la Conferenza Episcopale e lo Stato su alcune materie di comune interesse.

*

Udienza al Presidente della Repubblica Democratica del Congo

Oggi, 17 gennaio 2020, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza il Presidente della Repubblica Democratica del Congo, Sua Eccellenza il Sig. Félix Antoine Tshilombo Tshisekedi, il quale ha poi incontrato l’Em.mo Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato dall’Ecc.mo Mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati.

Nel corso dei cordiali colloqui, sono state evidenziate le buone relazioni bilaterali esistenti, nonché la soddisfazione per la ratifica dell’Accordo Quadro tra la Santa Sede e la Repubblica Democratica del Congo su materie di comune interesse . In tale contesto, non si è mancato di sottolineare il contributo della Chiesa cattolica al processo democratico e in favore del bene comune e dello sviluppo integrale della Nazione, specialmente nell’ambito educativo e sanitario. Nel prosieguo dei colloqui, ci si è soffermati sulla situazione attuale del Paese, con particolare riferimento alle sofferenze della popolazione nelle provincie orientali, a causa dei persistenti conflitti armati e della diffusione del virus Ebola. Infine, si è rilevata l’urgenza del coordinamento e della cooperazione, a livello nazionale e internazionale, per proteggere la dignità umana e promuovere la convivenza civile, a partire dai numerosi rifugiati e sfollati che affrontano una grave emergenza umanitaria.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione