Dona Adesso

Tutti i numeri del Meeting di Rimini 2016

Saranno 106 gli incontri con 271 relatori, insieme a 18 esposizioni, 10 percorsi, 14 spettacoli, 22 manifestazioni sportive. Oltre 2000 i volontari

Sono 106 gli incontri proposti dalla 37° edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli sul tema “Tu sei un bene per me”, che si terrà dal 19 al 25 agosto prossimi a Rimini Fiera. A questi si accompagnano 18 esposizioni (sommando le 7 mostre del Meeting, le 10 proposte di “Esperienze e percorsi” e “What? What’s Human About Technology”), 14 spettacoli, 22 manifestazioni sportive, 271 relatori che interverranno agli incontri.

Gli ampi spazi di Rimini Fiera, trasformati dal lavoro e dalla creatività di migliaia di volontari, ospiteranno le molteplici proposte della manifestazione: sono 130.000 i metri quadrati occupati dal Meeting 2016.

Fuori dal grande contenitore fieristico verranno proposti due spettacoli, al Teatro Novelli di Rimini, e alcune manifestazioni sportive.

A Rimini Fiera sono 5 le sale destinate agli incontri del Meeting 2016: l’Auditorium Intesa Sanpaolo B3 (che può contenere 7.000 persone), il Salone Intesa Sanpaolo B3 (da 3.500 persone), la Sala Illumia B1 (1.500 persone), la Sala Neri CONAI (800 persone), la Sala Poste Italiane A4 (350 persone).  Alle 5 sale citate si aggiungono poi gli spazi incontri allestiti presso diversi stand di realtà e aziende presenti al Meeting.

Tra i contenitori degli spettacoli, segnaliamo l’Arena UnipolSai D3 (da 1.500 posti). Nell’area Piscine Ovest, utilizzata anche per alcuni incontri (interviste-aperitivo coi protagonisti dello spettacolo serale), ritornano, in seconda serata, spettacoli di  gruppi musicali giovanili, offerti gratuitamente al pubblico.

Sono 2.190 le persone che, durante la settimana del Meeting, impegneranno gratuitamente energie, competenze e anche ferie per consentire lo svolgimento della manifestazione e garantirle quel particolare clima che la caratterizza. Provengono da ogni parte d’Italia e anche dall’estero (un centinaio): Stati Uniti, Spagna, Russia, Ucraina, Bielorussia, Lituania, Brasile, Francia, Inghilterra, Paraguay e da altri paesi.

Il lavoro dei volontari è articolato in 15 Dipartimenti; quelli numericamente più consistenti sono il dipartimento Servizi generali (488 persone) e il dipartimento Ristorazione (432 volontari).

Per completare il quadro, bisogna ricordare e aggiungere le altre 417 persone (in maggioranza universitari) che, durante il “pre-Meeting” (dal 10 al 18 agosto), hanno lavorato per l’allestimento della Fiera. Sommando i dati, sono 2.607 i “costruttori”, sotto il segno della gratuità, del 37° Meeting.

Rimarcano la logica della collaborazione o, come dicono al Meeting, del “fare con”, le tre sottolineature proposte dal direttore Sandro Ricci alla vigilia dell’edizione 2016. “È riconfermata”, esordisce Ricci, “la collaborazione con la Sagra Musicale Malatestiana: insieme abbiamo realizzato lo spettacolo d’apertura della 37^ edizione, lo straordinario evento dal titolo «Un solo Canto» che si svolgerà nell’Arena allestita in Fiera”.

Il direttore si ferma quindi sulle iniziative e sull’area denominate “Conta su di te”: “Proseguendo col coinvolgimento sempre più forte di realtà esterne al Meeting,  inaugureremo, nel padiglione A3, un’area interamente dedicata ai temi del lavoro e della formazione: ci rivolgiamo in modo particolare ai giovani, ma non solo a loro. Oltre alle collaborazioni con istituzioni culturali e universitarie e alle iniziative informative, già presenti nelle precedenti edizioni della nostra manifestazione, quest’anno si sono coinvolte 5 aziende di rilievo nazionale che verranno al Meeting a fare selezione del personale per più di 20 profili professionali”.

L’area “Conta su di te” proporrà, tra l’altro, stand e iniziative del Ministero del Welfare e del MIUR; saranno presenti anche enti di formazione, fondazioni di aiuto al lavoro, servizi di orientamento delle Università, agenzie di lavoro interinale.

“Prosegue, con crescente convinzione, il Fundraising, la campagna di raccolta donazioni per l’attività della Fondazione Meeting. Siamo rimasti positivamente sorpresi”, continua Sandro Ricci, “dall’attenzione e dalla passione con cui tante persone ci seguono, fino a donare aiuti economici al Meeting. In Fiera quest’anno”, segnala il direttore, “ci saranno 8 postazioni dove sarà possibile aderire alla campagna”.

I costi preventivati del Meeting 2016 sono di 5 milioni 700mila Euro. Le voci relative alle entrate prevedono, in ordine decrescente: servizi di comunicazione per le aziende (3 milioni 750mila euro), introiti dalla ristorazione (1 milione 100mila), attività commerciali, biglietti delle manifestazioni a pagamento e contributi da privati (legati al Fundraising).

Sono 3  i Main Partners del Meeting 2016 (Enel, Intesa Sanpaolo, Wind), 8 gli Official Partners. Nel complesso, oltre 130  Aziende ed  Enti partecipano, a vario titolo, alla manifestazione e utilizzano il Meeting per la loro comunicazione al grande pubblico.

Sono 21.000 i metri quadrati occupati dalle varie proposte di ristorazione del Meeting (spazio cucine compreso). Valorizzano le tradizioni gastronomiche di qualità delle varie regioni italiane e insieme tengono in attenta considerazione l’esigenza delle famiglie di poter pranzare a prezzi accessibili. A un’articolata linea “Fast food” (piadina compresa) si aggiungono, quindi, le diverse proposte dei ristoranti tipici: romagnolo (“Il Romagnolo”), pugliese (“Corte San Nicola”),  bergamasco (“Il Caravaggio”),  romano (“Apicius”); ci sarà anche un ristorante vegetariano (“Ristorante Orogel”).

Nell’area Piscine Ovest sarà presente la “Sagra pugliese” (orecchiette e fritti), nel padiglione B5 verranno serviti anche i primi piatti de “La Sangiovesa”.

Agli spazi della Ristorazione Meeting vanno aggiunti quelli del Self-service “Le Palme” operante in Fiera.

Nel complesso, è assicurato un potenziale di 23/28.000 pasti al giorno, durante la settimana della manifestazione. Un’offerta per tutti i gusti e per tutte le esigenze.

Un’intera area del Meeting (4.500 mq compreso il “Family’s Fast Food”) è dedicata ai bambini: ogni giorno, nel padiglione C3, giochi, canti e balli, animazione, laboratori, incontri e spettacoli. Il Villaggio propone anche due mostre: “Diario di volo di Antoine de Saint-Exupéry e del suo Piccolo Principe” e “Oggi voglio portarvi tutti in Paradiso” (sulla storia del Perdono di Assisi e degli inizi della fraternità francescana).  Da notare – ed è solo un esempio – che i 7 incontri, i 7 spettacoli e le 2 mostre del Villaggio non sono compresi nel computo delle proposte del Meeting e quindi si aggiungono ai numeri del programma segnalati in apertura.

Negli spazi esterni di Rimini Fiera, parcheggio gratuito per i visitatori del Meeting: oltre 9.000 posti auto disponibili.

Tre linee della Start Romagna collegheranno il Meeting con Piazza Marvelli, con Viserba (Stazione FS) e con l’Aeroporto Fellini. I biglietti si possono acquistare nei normali punti di vendita e anche presso la Biglietteria del Meeting.

Nella settimana della manifestazione, si fermeranno quotidianamente a Rimini Fiera  6 Frecce (4 Frecciabianca, 2 Frecciarossa) e 2 treni regionali di Trenitalia. Venerdì, sabato e domenica si fermeranno anche 4 treni Italo. Gli orari su  www.meetingrimini.org, sul sito di Trenitalia e su quello di Italo.

Il Meeting non è mai stato così social. Per la prima volta sarà infatti possibile seguire tutti gli incontri della manifestazione in diretta streaming sul canale Youtube. #meeting2016 sarà l’hashtag ufficiale XXXVII edizione, che farà da punto di riferimento per tutti gli aggiornamenti, curiosità, notizie, anticipazioni, contenuti multimediali, interviste, commenti e vita del Meeting in tempo reale, da seguire su Facebook, Twitter, instangram, Youtube, Flickr e Linkedln.

Nuovo formato per il Quotidiano Meeting, il giornale che viene distribuito in Fiera a tutti i visitatori e sarà disponibile, tutte le mattine, anche online sul sito della manifestazione.

Torna ilsussidiario.net-TgMeeting, il telegiornale ufficiale della manifestazione con un appuntamento giornaliero in onda alle 21.00.

 

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione