Dona Adesso

Copyright: Lorenzo Migliaccio

Tracce di blu: pennellate mediterranee

Fino a domenica prossima a Napoli, la personale pittorica di Lorenzo Migliaccio

È il celeste nelle sue innumerevoli sfumature, il protagonista della personale di Lorenzo Migliaccio, Tracce di Blu, che si ispira al mare e alla carica espressiva delle sue onde e dei suoi repentini mutamenti.

L’artista è un ingegnere meccanico napoletano con la passione per il mare e le barche a vela ed è proprio questo amore incondizionato per gli spazi incontaminati del Mediterraneo a spingerlo verso la pittura, dapprima come hobby, sino a farne una vera professione.

migliaccio veduta sul golfo olio su tela 70 x 100 2016-2

E come un Monet del mare nelle sue impressioni del sole nascente, Migliaccio rappresenta, nel suo trittico, una prospettiva unica del mare al tramonto, all’alba e nel pomeriggio: uno spaccato di un’isola selvaggia e unica, circondata da scogli e da una balaustra, che rappresenta l’osservatorio privilegiato dell’autore. E mentre in questi primi dipinti, la pennellata è “espressionista” più densa e carica di significati nei successivi, tende ad assottigliare il tratto verso una stilizzazione post-moderna, che assomiglia più a una foto che alla carica del colore a olio.

migliaccio scogliera olio su tela (50 x 70) 2015  migliaccio onda olio su tela (50x 70) 2016

Un processo che ha indotto Migliaccio a prediligere i colori primari: nero, bianco e blu e una nitidezza che riecheggia il mare in tempesta di Edouard Manet e le sue Battle of the Kearsarge and the Alabama 1864. Una ricerca cromatica e individuale che attraverso il colore, vuole, in realtà, sondare gli abissi dell’animo umano.

***

Personale Pittorica di Lorenzo Migliaccio

dal 10 al 19 giugno 2016 presso Time Light Open Art

Via Vincenzo Bellini 42 Napoli

About Rita Ricci

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione