Dona Adesso

@ http://www.museivaticani.va/

Tornano a Roma in mostra i primi palli vescovili

Si terrà il 23 marzo presso i Musei Vaticani la mostra “Tra Arles e Roma: le reliquie di san Cesario, tesoro della Gallia paleocristiana”

L’apertura della mostra “Tra Arles e Roma: le reliquie di san Cesario, tesoro della Gallia paleocristiana” si terrà giovedì, 23 marzo 2017, alle ore 17 presso i Musei Vaticani. In una sorta di “dialogo tra collezioni d’arte” tra il Museo dipartimentale dell’antica Arles e il Museo Pio Cristiano nei Musei Vaticani, la mostra (24 Marzo – 25 Giugno 2017) si svolge con il sostegno del Consiglio dipartimentale Bouches du Rhône e l’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede.

Arles era 1500 anni fa, una delle più importanti città dell’impero romano e una delle più importanti diocesi del cristianesimo occidentale, specialmente durante l’episcopato di Césaire (502-542). I reperti del Museo di Arles – tra cui i tessuti appena rinnovati che sono considerati i più antichi tessuti del cristianesimo – saranno esposti a Roma per la prima volta. Infatti, alcuni reperti – tra cui palli che papa Simmaco aveva offerto Césaire – torneranno a Roma dopo averla lasciata quindici secoli fa.

L’esposizione, la prima ad essere inaugurata da Barbara Jatta, nuovo direttore dei Musei del Papa, vede la curatela di Umberto Utro, responsabile della Collezione di Antichità Cristiane, dell’assistente di reparto Alessandro Vella, e di Claude Sintès, direttore del Museo Dipartimentale di Arles Antica. La mostra sarà aperta al pubblico dal 24 marzo al 25 giugno 2017.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione