Dona Adesso
St. Crisogono's basilica

WIKIMEDIA COMMONS

Today, family!: dibattito e teatro per salutare la fine del Sinodo

Stasera, presso la basilica di San Crisogono, a Trastevere, l’ultima rappresentazione de La bottega dell’orefice di Karlo Wojtyla

Per commemorare la memoria di san Giovanni Paolo II, il 22 ottobre, si è svolto a Roma presso la basilica di San Crisogono, il Today, family!, che ha avuto inizio con la celebrazione della Santa Messa presieduta da Mons. Matteo Zuppi, Vescovo Ausiliare Settore Roma Centro. Il desiderio degli organizzatori è infatti quello di proporre un’occasione per riflettere e discutere sulla famiglia, accompagnando con la preghiera i lavori dei padri Sinodali in queste ore in cui stanno lavorando per la stesura di una relazione finale.

In questo senso la proposta della basilica di San Crisogono è l’unica nella città di Roma, come ha ricordato Mons. Matteo Zuppi nella sua omelia, sottolineando allo stesso tempo il legame tra la famiglia e san Giovanni Paolo II che ha proposto ben 150 udienze del mercoledì incentrate su questo tema.

L’attenzione alla famiglia è sempre più urgente ed è proprio di questi giorni la notizia che Papa Francesco, all’inizio della Congregazione generale pomeridiana del Sinodo del 22 ottobre, ha annunciato la decisione di istituire un nuovo Dicastero con competenza sui laici, la famiglia e la vita, che sostituirà i due attuali Pontifici Consigli per i Laici e la Famiglia. Al nascente dicastero sarà connessa la Pontificia Accademia per la Vita. Papa Francesco ha perciò costituito “un’apposita commissione che provvederà a redigere un testo che delinei canonicamente le competenze del nuovo Dicastero, e che sarà sottoposto alla discussione del Consiglio di Cardinali, che si terrà nel prossimo mese di dicembre”.

Un interesse e un’attenzione alla famiglia manifestati anche dai relatori della Tavola rotonda proposta dal Today, family! che ha visto susseguirsi nella discussione Lidia Borzì, presidente della Provincia Roma ACLI, Lia Lafronte, avvocato rotale, Postulatrice della Causa di Beatificazione dei coniugi Gheddo e Filippo Savarese, portavoce de La Manif pour tous Italia. L’incontro è stato arricchito dalla conduzione di Francesca Serra che oltre a moderare gli interventi ha contribuito alla discussione sulla famiglia che nell’attuale momento storico porta ad una riflessione anche sulle relazioni negli affetti, nella fede, nella professionalità.

Alla crisi delle relazioni viene proposta la famiglia, come affermato da Lidia Borzì, che educa alla comunione, all’incontro con l’altro, alla relazione. Si è parlato di famiglie che oggi vivono i problemi quotidiani: la mancanza del lavoro, difficoltà economiche, la conciliazione tra lavoro e famiglia e tempo da dedicare ai figli o ai genitori e, non ultimo, il “deficit di speranza” che colpisce i giovani d’oggi e li frena nel formarsi una famiglia.

Famiglie in difficoltà quindi ma anche famiglie che hanno vissuto il quotidiano affidandosi al Signore giorno dopo giorno. È questo il caso dei coniugi Gheddo di cui ha parlato Lia Lafronte, postulatrice della loro causa di Beatificazione. Non si tratta in questo caso di una santità personale, ma di una santità coniugale. Questa coppia di “santi della porta accanto”, come li ha chiamati Lia Lafronte, ha vissuto con perseveranza nell’esercizio delle virtù, piccoli eroismi quotidiani.

Filippo Savarese, sottolineando l’importanza di una riflessione sulla famiglia, ha ribadito che la crisi di relazioni nasce anche da una mancata o non definita identità sessuale che definisce l’identità di una persona e conseguentemente la sua capacità di relazionarsi all’altro.

Il Today, family! si è concluso con la prima rappresentazione dell’opera teatrale La bottega dell’orefice, di Karol Wojtyla, con adattamento e regia di Antonio Tarallo. Un testo sull’amore, semplice e intenso, complesso e diretto, interpretato con spontaneità e professionalità dagli attori Alessandro Fiorenza e Chiara Graziano, accompagnati dal coro composto da Simonetta Bologna e Giulia Olivetti.

Lo spettacolo è stato introdotto dalle parole di mons. Marco Frisina, che ha ricordato come la bellezza per un cristiano, che non risponde ai canoni estetici proposti dalla società di oggi, rifletta l’immagine di Dio, ed ha auspicato di poter essere dei contemplativi così da vedere il bello in ogni cosa, quindi, cogliere la presenza di Dio.

Bellezza e presenza di Dio da ritrovare anche nell’altro, nella persona che si sceglie per sempre perché “il peso di queste fedi non è il peso del metallo ma il peso dell’essere umano”, scrive Wojtyla, e “nessuna delle due fedi ha peso in sé; pesano solo tutte e due insieme.”.

L’evento Today, family!, organizzato con il patrocinio di: Sinodo dei Vescovi e dei Dicasteri per la famiglia, della cultura e per la promozione della nuova evangelizzazione, si concluderà stasera, domenica 25 ottobre, con la celebrazione della Santa Messa alle 18, sempre nella basilica di San Crisogono, presieduta da mons. Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio della Famiglia e alle 20h45 seguirà la rappresentazione teatrale de “La bottega dell’orefice” con regia e adattamento di Antonio Tarallo. La partecipazione è gratuita fino ad esaurimento posti.

***

Per info: labottegadellorefice@virgilio.it

Facebook: La bottega dell’orefice

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione