Dona Adesso

Foto: Twitter

Terremoto. Unitalsi porta a Lourdes oltre 50 terremotati con “Il Treno della vita”

L’evento in occasione del pellegrinaggio di domenica 11 settembre al santuario francese della sezione Marchigiana e del Molise

Si chiama “Il Treno della vita” l’iniziativa promossa dalla Sezione Marchigiana dell’Unitalsi, in occasione del prossimo pellegrinaggio a Lourdes. Infatti, domenica 11 settembre 2016, alle ore 6,30, dalla stazione ferroviaria di San Benedetto del Tronto è prevista la partenza di oltre 400 pellegrini per il santuario francese provenienti dalle Marche e dal Molise.

Il fatto straordinario è che una carrozza del convoglio è stata riservata alle popolazioni terremotate delle Marche in particolare di Arquata del Tronto e Pescara del Tronto. Saranno oltre 50 le persone, che hanno subito gli effetti devastanti del terremoto, che si recheranno in pellegrinaggio a Lourdes e saranno ospitate dall’Unitalsi.

Questa iniziativa è stata concertata in accordo con il vescovo di San Benedetto del Tronto, mons. Carlo Bresciani, che prenderà parte al pellegrinaggio e con il Vescovo di Ascoli Piceno, mons. Giovanni D’Ercole.

La nostra Associazione ha lasciato ai Parroci, ai sacerdoti ed alle autorità religiose presenti sul territorio la scelta delle persone colpite dal terremoto da contattare in base alla situazione ed alla disponibilità di ognuno.

“Dopo tanta sofferenza e devastazione – spiega Giuseppe Pierantozzi, presidente della Sezione Marchigiana dell’Unitalsi – credo che ‘Il Treno della vita’ possa dare il senso del nostro pellegrinaggio che nonostante le sofferenze, le malattie e a volte la morte cerca sempre di dare un senso alla vita guardando al Vangelo e per noi in particolare a Maria”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione