Dona Adesso
Dome of the Church of the Holy Sepulchre

WIKIMEDIA COMMONS

Terra Santa: proseguono i pellegrinaggi, nonostante le violenze

Per la maggior parte dei pellegrini si tratta di un viaggio organizzato da tempo, che i partecipanti non hanno voluto annullare

Nonostante la violenza che nelle ultime settimane attraversa i territori della Terra Santa, proseguono serenamente i pellegrinaggi nella terra di Gesù. Lo rende noto un comunicato del patriarcato latino di Gerusalemme, ripreso dall’agenzia Fides, in cui si spiega che molti gruppi visitano il patriarcato e mons. William Shomali li riceve e li ringrazia per il loro coraggio. 

“Un pellegrinaggio in tempi difficili è un vero pellegrinaggio, è questo che fa la differenza con un viaggio turistico”, afferma il presule in una nota, invitando i gruppi a pregare per la pace in Terra Santa. ​Le notizie di queste ultime settimane facevano temere un crollo del numero dei turisti a Gerusalemme, ma ben pochi viaggi sono stati annullati.

I pellegrini provengono da Francia, Spagna e altri Paesi europei, da Stati Uniti e dall’Asia, malgrado le notizie non proprio rassicuranti. Per la maggior parte dei pellegrini si tratta di un viaggio organizzato da tempo, che i partecipanti non hanno voluto annullare.

Tuttavia, se le tensioni non hanno scoraggiato i pellegrini del momento, potranno avere influenza sul futuro: molti meno pellegrini e turisti sono previsti per Natale e per l’inizio della prossima stagione. Un rallentamento normale per il momento, con la fine della stagione turistica, ma preoccupante per l’anno prossimo. Mons. Shomali desidera tranquillizzare tutti: “Non abbiate paura, la violenza non vi colpirà”. 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione