Dona Adesso
Jerusalem

WIKIMEDIA COMMONS

Terra Santa: profanato cimitero cristiano di Kfar Yassif

Scritte e graffiti blasfemi e osceni in lingua araba su pareti e lapidi sono state ritrovate giovedì nel luogo sacro in Galilea. Ferma condanna del Patriarcato Latino di Gerusalemme

Un nuovo episodio di vandalismo è avvenuto in Terra Santa. Giovedì scorso è stato profanato il cimitero cristiano di Kfar Yassif, cittadina della Galilea situata 11 chilometri a nord-est di Acri, con scritte e graffiti blasfemi e osceni tracciati in lingua araba sulle pareti e sulle lapidi di diverse tombe.

Il Patriarcato Latino di Gerusalemme, in comunione con tutte le Chiese di Terra Santa, ha espresso ferma riprovazione per l’atto di vandalismo. E in un comunicato, diffuso attraverso i suoi media ufficiali, ha ribadito la propria vicinanza e solidarietà alle famiglie dei defunti sepolti nel cimitero profanato, domandando che le forze di polizia indaghino al più presto per individuare gli autori degli scempi.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione