Dona Adesso
Italian charity hotline for abused children "Telefono Azzurro" (Blue Telephone)

ANSA

Telefono Azzurro: piccola di Boston, simbolo di tutti i bambini scomparsi senza un nome

La bimba ritrovata senza vita sulla spiagga di Deer Island non ha ancora un’identità. Ma pochi sanno che anche nel nostro Paese, solo nei primi tre mesi di quest’anno, sono risultati irreperibili 3.553 bambini, privi d‘identità e di diritti

Il corpo senza vita di una bambina di 4 anni, scoperto sulla spiaggia di Deer Island nella baia di Boston, non riesce ancora a trovare un nome. Sembra impossibile, ma nessuno si fa avanti per riconoscerla e aiutare a capire come si sia potuta consumare questa tragedia.

Purtroppo però non si tratta di un caso isolato e lontano da noi. La bimba di Boston è infatti il simbolo di tutti i bambini scomparsi nel mondo senza un’identità. 
Se a livello globale le scomparse di minori sono addirittura 8 milioni all’anno e 270.000 nella sola Europa (in media una ogni due minuti), i dati sui minori stranieri non accompagnati sono sempre più preoccupanti, a partire da quelli relativi al nostro Paese.

Stiamo parlando di minorenni privi di cittadinanza, assistenza, rappresentanza legale da parte di genitori e adulti legalmente responsabili. Non solo, a questi bambini spesso manca un nome. E quando risultano irreperibili sono facile preda di organizzazioni criminali dedite alla tratta, al traffico e allo sfruttamento lavorativo e sessuale dei più piccoli (in Usa questo avviene già in caso su sei).

I minori stranieri non accompagnati in Italia, solo nei primi tre mesi di quest’anno, sono risultati 12.629 (maschi al 94,8%, tra i 15 e i 17 anni nel 92,3% dei casi), di cui 3.553 già irreperibili.

Davanti a questa piaga esiste una risposta efficace: si tratta del 116.000, il Numero unico europeo per i bambini scomparsi, gestito in Italia da Telefono Azzurro nonostante i tagli della Commissione Europea, a cui l’Associazione deve far fronte contando solo sulle proprie forze.

Chiunque può segnalare o dare informazioni relative alla scomparsa di un bambino a un team di operatori qualificato e in rete con i partner europei, 24 ore su 24.

Nel 2014 il Numero unico europeo ha seguito 6.119 casi, anche se solo il 13% dei cittadini dell’Unione conosce questo servizio.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione