Dona Adesso

Siria: liberato padre Jacques Mourad

Lo rendono noto fonti dell’eparchia di Homs. Il sacerdote cattolico era stato rapito dallo Stato Islamico il 21 maggio, nel monastero di Mar Elian di cui è priore; ora si trova a Zaydal

Il Pontefice prega per la fine dei sequestri in Colombia

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 26 novembre 2008 (ZENIT.org).- Questo mercoledì, durante i saluti in varie lingue ai pellegrini riuniti nell’Aula Paolo VI per l’udienza generale, Benedetto XVI ha ricordato le persone che rimangono nelle mani dei rapitori in Colombia.

I sequestri, ha affermato il Papa, rappresentano un “flagello” per la società colombiana. Per questo, ha auspicato che “terminino e si raggiunga presto la concordia e la pace in questa amata Nazione”.

Allo stesso modo, ha manifestato il suo sostegno alla marcia che avrà luogo nel Paese latinoamericano venerdì prossimo “per chiedere la liberazione dei sequestrati”.

La marcia, che si svolgerà a Bogotà, è stata convocata da varie organizzazioni civili colombiane su proposta dell’ex prigioniera delle Forze Armate Rivoluzionarie di Colombia (FARC) Ingrid Betancourt. Si tratta della quarta organizzata quest’anno a questo scopo.