Dona Adesso

Svizzera / Pixabay CC0 - fil-magic, Public Domain

Svizzera: Papa Francesco riceve in udienza la presidente Doris Leuthard

Si è parlato di lavoro e giovani, accoglienza dei migranti, terrorismo e ambiente

Papa Francesco ha ricevuto in udienza nella mattinata di sabato 6 maggio la presidente della Confederazione Elvetica, Doris Leuthard, a Roma per il giuramento di 40 nuove reclute della Guardia Svizzera Pontificia.

La Leuthard ha incontrato successivamente anche il Segretario per i Rapporti con gli Stati, monsignor Paul Richard Gallagher, ha riferito un comunicato diffuso dalla Santa Sede dopo la conclusione della visita.

Nel corso dei “cordiali” colloqui è stato ricordato il “generoso servizio” della Guardia Svizzera e sono stati sottolineati i “buoni rapporti” tra la Santa Sede e Berna, nonché il desiderio di “intensificare la collaborazione” tra la Chiesa e lo Stato federale.  

Sono stati discussi anche temi di interesse comune, “quali il futuro del continente europeo, l’accoglienza dei migranti, la sfida del mondo del lavoro per i giovani, la lotta contro il terrorismo e l’impegno per la tutela dell’ambiente”, prosegue il comunicato stampa vaticano.

Si è trattato del primo incontro tra il Pontefice argentino e la presidente svizzera. Nel maggio 2010 la Leuthard era già stata ricevuta in udienza da papa Benedetto XVI. Il presidente della Confederazione Elvetica – una carica rappresentativa – è eletto a rotazione tra i sette membri del Consiglio federale o organo esecutivo del governo svizzero per la durata di un anno. (pdm)

About Anne Kurian

Laurea in Teologia (2008) alla Facoltà di teologia presso l'Ecole cathedrale di Parigi. Ha lavorato 8 anni per il giornale settimanale francese France Catholique" e participato per 6 mese al giornale "Vocation" del servizio vocazionale delle chiesa di Parigi. Co-autore di un libro sulla preghiera al Sacro Cuore. Dall'ottobre 2011 è Collaboratrice della redazione francese di Zenit. "

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione