Dona Adesso
Current Egyptian President Abdel Fatah Al Sisi (°1954)(Photo: 24 April 2013)

WIKIMEDIA COMMONS

Strage al Cairo: anche il presidente Al Sisi commemora le vittime

Secondo il capo dello stato egiziano, il terrorismo, prendendo di mira sia cristiani che musulmani, finirà per rendere più unito il paese

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi parteciperà alla commemorazione delle vittime dell’attentato di ieri mattina, in una cappella della cattedrale copto-ortodossa del Cairo. Il bilancio ufficiale dell’esplosione è di 23 morti e 49 feriti (in prevalenza donne e bambini), mentre secondo alcuni media, le vittime sono 25.

Dopo i funerali, ha riferito all’agenzia Fides, Antonios Aziz Mina, vescovo copto-cattolico di Guizeh, una processione guidata dal patriarca copto-ortodosso Tawadros II, si recherà presso il monumento del milite ignoto per la commemorazione laica, alla presenza del capo dello stato e di altre autorità civili, che porgeranno le loro condoglianze ai parenti delle vittime.

Senza precedenti è anche la proclamazione di tre giorni di lutto nazionale, da parte di Al Sisi, che già lo scorso Natale aveva partecipato – primo presidente egiziano della storia – alla veglia di Natale nella cattedrale copto-ortodossa. “Il Presidente – ha commentato Anba Antonios Aziz Mina – vuole mostrare anche con atti pubblici che considera i copti come una componente fondamentale e far vedere che i cristiani copti sono una componente imprescindibile della società egiziana”.

Da parte sua, lo stesso Al Sisi, dopo l’attentato, ha dichiarato: “Il terrorismo prende di mira i copti e i musulmani, ma non fa altro che renderci più forti e più uniti”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione