Dona Adesso

Sono venuto per accendere il fuoco

Il vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, invita “i mendicanti di Dio” a scaldare e illuminare gli ambienti più oscuri con la fiamma dell’amore di Cristo

“C’è un primo segno negativo – ha commentato il presule – il raffreddamento della fede presso molte comunità cristiane nel nostro Occidente secolarizzato”. “Il fuoco dello Spirito e dell’amore – ha proseguito – è rimasto sepolto dalla coltre dell’indifferenza, dalla cenere dell’abitudine, dal triste grigiore di una vita cristiana scarica: incolore, insapore, inodore. Una vita sazia e annoiata, che non genera una testimonianza, non colora un esistenza. Non accende una gioia”.

Ma la novità di oggi, ha affermato il Vescovo, è che “il Vento dello Spirito ha ricominciato a soffiare forte ed il suo fuoco ha ripreso fiamma. Abbiamo la fortuna di vedere molti cristiani che fanno un esperienza viva di Gesù Cristo”. Un altro confortante e promettente segno di novità – ha aggiunto – è “il risveglio del cosiddetto ‘gigante addormentato’, il laicato, e, con ciò, l’avvio di una nuova ondata di evangelizzazione, i cui protagonisti sono i laici”.

Come Papa Francesco nel messaggio inviato a lui oggi per l’apertura del Meeting, mons. Lambiasi ha citato le parole del Servo di Dio mons. Luigi Giussani: “Siamo poveri di amore, assetati di verità e giustizia, mendicanti di Dio”. “La povertà più grande – ha soggiunto – è la mancanza di Cristo, e finchè non porteremo Gesù agli uomini, avremo fatto per loro sempre troppo poco”. Da qui l’appello pressante: “Andiamo incontro a tutti, senza aspettare che siano gli altri a cercarci!” per “portare a tutti la fiamma divampante del fuoco di Cristo”.

Il presule ha auspicato che “lo stesso fuoco arda nel nostro cuore per riscaldare e illuminare gli ambienti dove viviamo e operiamo, mettendo in conto che potremmo incontrare il rifiuto e l’avversione: la persecuzione!”. “Consapevoli però – ha concluso mons. Lambiasi – che nessuno ha il potere di spegnere quella fiamma che l’amore di Gesù ha acceso nei nostri cuori”.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione