Dona Adesso

Siria. Liberato il sacerdote melkita padre Tony Boutros, rapito mesi fa

Nessuna notizia, invece, sulla sorte degli altri sacerdoti cattolici e ortodossi sequestrati negli ultimi mesi in Siria. Tra questi, padre Dall’Oglio e i due vescovi greco-ortodossi

Dalla Siria diverse fonti riferiscono che, nelle ultime ore di ieri, dopo alcuni mesi di sequestro sarebbe stato liberato padre Tony Boutros, 50 anni, melkita-cattolico. A confermarlo, nel tardo pomeriggio di ieri, il vescovo Nicolas Antiba, metropolita di Bosra e Hauran, e stamane il patriarca Gregorios III Laham. Il sacerdote, responsabile della Chiesa di San Filippo Apostolo nella città siriana di Shahba, era stato sequestrato a sud della città.
 
Insieme a lui, in Siria, negli ultimi mesi sono stati rapiti diversi sacerdoti cattolici e ortodossi. Si parla di almeno otto persone. Tra questi il gesuita italiano Paolo Dall’Oglio e due vescovi ortodossi il metropolita greco-ortodosso Boulos Yazigi e l’arcivescovo siro-ortodosso Yohanna Ibrahim, rapiti ad Aleppo il 22 aprile 2013.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione