Dona Adesso

Villavicencio, Messa Terreno CATAMA, 8 settembre 2017 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Sinodo per la regione Panamazzonica: “affascinante e singolare l’iniziativa”

L’evento coinvolgerà nove Paesi e più di 500 popoli

“Non solo è di un’importanza universale, ma avrà delle ripercussioni universali”. Lo dichiara all’agenzia Fides il presidente della REPAM (Rete Ecclesiale Panamazzonica), il cardinale brasiliano Cláudio Hummes, commentando l’annuncio della convocazione di un’Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per la regione Panamazzonica, fatto domenica scorsa da papa Francesco dopo la Messa di canonizzazione di 35 beati, tra cui anche i 30 protomartiri del Brasile.

“Sarà celebrato a Roma, affinché il Papa possa essere con noi ogni giorno in questo Sinodo, e possa quindi avere una ripercussione mondiale”, così aggiunge il prefetto emerito della Congregazione per il Clero nonché arcivescovo emerito di São Paulo, il quale sottolinea che “i popoli, specialmente i popoli indigeni, e le comunità amazzoniche sono protagonisti della propria storia. In questo caso, dovrebbero essere anche soggetti della propria voce all’interno del Sinodo”.

“Questo Sinodo deve essere un’esperienza territoriale incarnata.” Lo afferma a sua volta il segretario esecutivo della REPAM, Mauricio López Oropeza. “Vogliamo che sia un Sinodo con carattere profondamente territoriale, vale a dire, che siano presenti le voci di chi ci vive”, prosegue López. “Da un lato i vescovi ovviamente, ma soprattutto la vita religiosa incarnata che viene donata ogni giorno in quel territorio da sacerdoti, missionari e laici, maschi e femmine.”

Come ricorda Fides, l’iniziativa “affascinante e singolare” coinvolge nove Paesi sudamericani, ossia Brasile, Perù, Bolivia, Colombia, Ecuador, Venezuela, Suriname, Guyana e infine Guyana francese.

Nella regione vivono circa 2,8 milioni di indigeni appartenenti a 390 popoli e a 137 popoli “non ancora coinvolti” completamente. Le lingue parlate dagli “indios” della regione panamazzonica sono ben 240. (pdm)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione