Dona Adesso

Greg Burke, 14 giugno 2017 / ZENIT - HSM, CC BY-NC-SA

Si è conclusa la ventesima sessione del C9

Briefing del direttore della Sala Stampa vaticana, Greg Burke

Nel corso della sua 20ma sessione, che si è conclusa oggi, mercoledì 14 giugno 2017, il Consiglio dei Cardinali — chiamato anche “C9” a causa dei suoi nove componenti  — si è soffermato in particolare sull’eventuale trasferimento di alcune competenze da Roma alle chiese locali. Lo ha dichiarato il direttore della Sala Stampa vaticana, Greg Burke, nel corso del briefing alla conclusione dei lavori dell’organismo.

Per quanto riguarda la domanda come la Curia Romana possa servire al meglio le Chiese locali, il C9 ha discusso anche il tema delle nomine dei nuovi vescovi. In particolare è stata suggerita una consultazione “più ampia”, con la partecipazione di rappresentanti sia della vita consacrata che dei laici, ha dichiarato Burke.

I porporati — mancava il cardinale arcivescovo di Boston, Seán O’Malley, che ha subito un piccolo intervento — hanno analizzato in particolare il passaggio di alcune facoltà dai dicasteri della Curia romana ai vescovi locali e alle Conferenze episcopali, “in uno spirito di sana decentralizzazione”.

Come ha dichiarato il portavoce vaticano, è stato studiato il trasferimento a livello locale dell’esame e dell’approvazione dei seguenti casi: l’ordinazione sacerdotale di un diacono permanente non sposato; le nuove nozze di un diacono permanente vedovo; e infine l’ordinazione sacerdotale di un diacono permanente vedovo.

L’organismo, che assiste il Pontefice nella riforma della Curia Romana, si è soffermato anche su alcuni dicasteri, in particolare sulla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. Sono stati studiati inoltre i testi da sottoporre al Papa riguardanti il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, la Congregazione per le Chiese Orientali e il Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, e inoltre riguardanti i tre tribunali del piccolo Stato, cioè la Penitenzieria Apostolica, il Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica e il Tribunale della Rota Romana.  

Da parte sua, il card. George Pell ha aggiornato il C9 sulle ultime novità dalla Segreteria per l’Economia, tra cui la pianificazione delle risorse economiche e il monitoraggio dei piani finanziari per il primo trimestre del 2017.

Il prefetto della Segreteria per la Comunicazione, monsignor Dario Viganò, ha presentato invece un rapporto sulla riforma del sistema comunicativo della Santa Sede, sottolineando in particolare gli aspetti economici.

Papa Francesco ha partecipato sempre a tutte le sedute, tranne questa mattina, a causa dell’Udienza generale in piazza San Pietro. La prossima sessione del C9, la 21ma, si terrà dall’11 al 13 settembre 2017. (pdm)

About Anne Kurian

Laurea in Teologia (2008) alla Facoltà di teologia presso l'Ecole cathedrale di Parigi. Ha lavorato 8 anni per il giornale settimanale francese France Catholique" e participato per 6 mese al giornale "Vocation" del servizio vocazionale delle chiesa di Parigi. Co-autore di un libro sulla preghiera al Sacro Cuore. Dall'ottobre 2011 è Collaboratrice della redazione francese di Zenit. "

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione