Dona Adesso

Scuola di arrampicata

Gesù ci ha messo tutti in sicura piantando quei “chiodi” che danno piena sicurezza e gioioso brivido a chiunque sia appassionato ai panorami del Cielo

Andando in montagna con l’amico Daniele, ho potuto dall’alto godere panorami mozzafiato, catene di cime a schiera, pinete, abetaie, marea di verde dalle mille tonalità dal più tenero e pallido, al più intenso e scuro.

Daniele è un esperto di Free Climbing; una disciplina sportiva che insegna ad arrampicare. Esistono, qua e là – mi spiega – dei centri chiamati appunto “scuole di arrampicata”; come le Falesie, pareti rocciose di fondovalle.  

Sotto una di queste pareti, che la natura offre agli appassionati, mi mostra come avvengono queste scalate in libera. Vedo che uno arrampica affiggendo la corda ai chiodi, l’altro da terra lo tiene in sicura; pronto ad intervenire e proteggerlo in caso di caduta.

Incuriosito, gli dissi che mi sembra relativamente facile salire e scendere per chi trova i chiodi già piantati e ai quali assicurare la corda. Ma, gli chiedo, come ha fatto a salire  il primo che ha piantato i chiodi?

Sorridendo mi risponde che l’operazione è stata fatta da un superesperto, scendendo in sicura dall’alto della cima, ha avuto modo di piantare i chiodi che agevolano la salita dei futuri allievi.

Tu sai chi è il Superesperto che è sceso dall’Alto. E’ Gesù che ci ha messo tutti in sicura piantando quei “chiodi” che danno piena sicurezza e gioioso brivido all’arrampicata di chiunque sia appassionato ai panorami del Cielo.

Questa scalata la facciamo portati da Lui, il Risorto, che Teresa di Lisieux chiama “l’ascensore divino”.

Ciao da p. Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.

About Andrea Panont

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione