Dona Adesso

Scoperta la fonte di radiazioni che ha impresso la Sindone?

Uno studio condotto da tre professori del Politecnico di Torino proverebbe che è stato il terremoto del 33 d.C. a generare le radiazioni che hanno impresso la Sindone e che hanno alterato la misurazione con il radiocarbonio

Nessuna ragione fisica plausibile è stata ancora trovata per spiegare l’origine e la sorgente della radiazione che ha impresso sulle fibre di lino l’immagine dell’Uomo della Sindone.

Secondo i professori Alberto Carpinteri, Giuseppe Lacidogna e Oscar Borla, la fonte della radiazione che ha impresso la Sindone potrebbe essere generata dai terremoti verificatisi a Gerusalemme nel 33 d.C., in concomitanza con la morte di Gesù, quell’uomo che diceva di essere il Figlio di Dio.

Lo studio con il titolo Is the Shroud of Turin in relation to the Old Jerusalem historical earthquake? e sottotitolo Acoustic and other forms of energy emissions from fracture phenomena pubblicato da Meccanica – An International Journal of Theoretical and Applied Mechanics AIMETA (Springer Science+Business Media Dordrecht 2014), proverebbe che la rottura di rocce in compressione potrebbe generare una emissione di neutroni.

Sulla base delle sperimentazioni e dello studio fatto, gli autori sostengono che gli ultimi rilevamenti sulle emissioni di neutroni hanno portato a considerare la crosta terrestre come una fonte rilevante nel flusso di neutroni.

Nei laboratori del Politecnico di Torino sono stati effettuati test in compressione per campioni di roccia molto fragili. Sono state acquisite conferme sulle onde ad alta pressione generate nella crosta terrestre durante i terremoti, le quali possono innescare emissioni di neutroni.

A partire da queste evidenze sperimentali, i tre docenti del Politecnico di Torino hanno considerato l’ipotesi che le emissioni di neutroni generate dal terremoto hanno portato ad effetti sensibili su fibre di lino della Sindone.

Considerando i documenti storici attestanti la presenza nella parte vecchia di Gerusalemme di un disastroso terremoto avvenuto nel 33 d.C., gli autori suppongono che un evento sismico con magnitudo che vanno dall’8° al 9° grado della scala Richter avrebbe potuto produrre un flusso di neutroni termici in grado di fissare l’immagine della Sindone. 

Il flusso di elettroni avrebbe avuto un effetto di incremento di carbonio sulle fibre di lino della Sindone, per questo motivo la misura con il radiocarbonio ha fornito dati alterati.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione