Dona Adesso

Scolopi: Pedro Aguado Cuesta rieletto Padre Generale

In carica dal 2009, il superiore dell’ordine fondato da San Giuseppe Calasanzio, è stato confermato per il sessennio 2015-2021

Il 4 luglio, Pedro Aguado Cuesta è stato confermato come Padre Generale dell’Ordine degli Scolopi per il prossimo sessennio 2015-2021, durante il 47° Capitolo Generale che si è aperto il 30 giugno scorso ad Esztergom (Budapest) e si concluderà il 21 luglio prossimo.

Padre Aguado, già eletto nel Capitolo del 2009 a guida dell’Ordine, è nato a Bilbao il 26 giugno del 1957. Sacerdote dal 1982, ha iniziato la sua attività ministeriale come professore e responsabile della Pastorale all’interno del Collegio Calasanzio di Pamplona. Oltre alla licenza in Teologia ha ottenuto la laurea in Pedagogia alla Università di Deusto (Bilbao). Ha ricoperto anche il ruolo di Padre Provinciale della Provincia Basca, contribuendo fortemente alla partecipazione attiva dei laici nella missione dell’Ordine.

Aguado diviene così, con il secondo mandato, il 42° Padre Generale dalla fondazione dell’Ordine, avvenuta nel 1617 da parte di San Giuseppe Calasanzio. Il santo fondatore, patrono universale di tutte le scuole popolari, ha orientato la spiritualità dell’Ordine totalmente verso educazione integrale dei bambini e dei giovani, soprattutto i più poveri. Oggi gli scolopi sono presenti in 36 paesi sparsi in 4 continenti e contano sulla collaborazione di centinaia di membri laici integrati nella vita e missione scolopica.

Nei prossimi giorni il 47° Capitolo Generale, indetto con il motto “Discepoli e Testimoni”, discuterà tre temi principali: la Cultura vocazionale scolopica, la Vita Comunitaria, e il vivere la chiamata ad essere religiosi scolopi in modo autentico e credibile. Il compito dell’assemblea sarà quello, inoltre, di pianificare alcune linee di azione per il prossimo sessennio, finalizzate alla stabilizzazione di alcune nuove fondazioni dell’Ordine, al rafforzamento  e rivitalizzare di quelle già esistenti.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione