Dona Adesso

Servizio Fotografico © L'Osservatore Romano

Riforma media vaticani. Viganò: “Il Papa ci incoraggia. Il processo è irreversibile”

Il prefetto della Segreteria per la Comunicazione è stato ricevuto ieri dal Papa che gli ha consegnato personalmente gli Statuti del nuovo Dicastero

“Papa Francesco ci ha chiesto di procedere con determinazione e secondo scelte che siano irreversibili, per questo nuovo scenario della convergenza digitale”. Lo ha detto ai microfoni della Radio Vaticana monsignor Dario Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione in Vaticano che ieri, insieme al segretario mons. Lucio Adrián Ruiz e al Consiglio, ha incontrato il Papa che gli ha consegnato personalmente gli Statuti del nuovo Dicastero.

Questi, spiega Viganò, “sanciscono un atto di nascita importante dal punto di vista giuridico: c’è una paternità legale che ci permette ora di attuare quelle operazioni che sono importanti per un dicastero che nasce dall’accorpamento di tante altre entità”. “Il lavoro è già iniziato, secondo il progetto condiviso con il Consiglio dei Cardinali e approvato poi dal Papa”, sottolinea il sacerdote, tuttavia “avere uno Statuto ‘aperto’ vuol dire preparare uno strumento che possa accogliere quanto sarà sviluppato nei prossimi anni dall’evoluzione tecnologica”.

Ribadendo la dimensione di “servizio” della Segreteria della Comunicazione come affermato dal Papa, mons. Viganò spiega che il nuovo organismo vuole dunque presentarsi come “un punto di riferimento per il mondo dell’informazione” e in particolare per i vaticanisti, “perché sempre più e sempre meglio possano raccontare a tutto il mondo il Magistero del Santo Padre e i suoi gesti”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione