Dona Adesso

Quanto durerà il conclave?

Negli ultimi 150 anni il più lungo si è protratto per cinque giorni

Ci siamo. dopo innumerevoli colpi di scena, la rinuncia al Pontificato di Benedetto XVI, la convocazione dei cardinali a Roma, una intensa settimana di Congregazioni Generali, adesso si va al voto.

È passato un mese esatto da quel lunedì 11 di febbraio in cui Benedetto XVI annunciò al mondo la sua rinuncia al Pontificato.

Dopo un primo momento di sgomento, il collegio cardinalizio sembra aver ripreso il controllo della situazione. Le congregazioni generali si sono svolte serenamente con interventi vivaci e franchi.

I candidati più probabili, cioè quelli che contano su un significativo numero di consensi già alla prima votazione sono stati individuati. Adesso si vedrà chi per primo raggiungerà il quorum minimo dei 77 voti.

Nessuno sa quanto potrebbe durare il Conclave, ma le votazioni per l’inizio del conclave, gli accordi che sembrano essere stati raggiunti tra alcuni gruppi continentali, le dichiarazioni serene di alcuni cardinali, la necessità di tornare nelle Diocesi per celebrare la settimana santa, il tutto fa pensare che nel giro ci quattro o cinque votazioni potremmo avere il nuovo Papa.

In termini statistici, negli ultimi 150 anni l’elezione del nuovo Papa è stata raggiunta in tempi rapidissimi, da un minimo di due giorni ad un massimo di cinque.   

I più rapidi ad essere eletti sono stati Leone XIII (1878) e Pio XII (1939), con soli due giorni di conclave e tre votazioni. Mentre Pio XI (1922) divenne Papa  dopo cinque giorni di conclave e 14 scrutini.

Segue la cronologia delle elezioni dei Romani Pontefici degli ultimi 150 anni.

Pio IX (Giovanni Maria Mastai Ferretti) venne eletto nel 1846, dopo appena quattro scrutini. I votanti erano  50.

Leone XIII (Vincenzo Gioacchino Pecci) fu eletto nel 1878 con soli due giorni di conclave e tre scrutini.

San Pio X (Giuseppe Melchiorre Sarto) fu eletto nel 1903 dopo sette scrutini.

Benedetto XV (Giacomo della Chiesa) fu eletto nel 1914 dopo dieci votazioni.

Pio XI (Achille Ratti) venne eletto nel 1922 dopo cinque giorni di conclave e 14 scrutini. Fu il conclave più lungo degli ultimi 150 anni.

Pio XII (Eugenio Pacelli) venne eletto nel 1939, dopo appena due giorni e tre scrutini.

Giovanni XXIII (Angelo Giuseppe Roncalli) venne eletto nel 1958 dopo undici votazioni.

Paolo VI (Giovannni Battista Montini) venne eletto nel 1963 dopo sei votazioni. In quell’occasione i cardinali elettori erano diventati 80.

Giovanni Paolo I (Albino Luciani) venne eletto nell’agosto del 1978 dopo quattro scrutini. I votanti erano 111.

Il beato Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla) eletto nell’ottobre del 1978, divenne Papa dopo otto votazioni.

Infine, Benedetto XVI (Joseph Ratzinger) venne eletto nel 2005 dopo quattro scrutini. I votanti erano 115.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione