Dona Adesso

Presto beato il primo fratello delle Scuole Cristiane in Madagascar

Prossima beatificazione di Rafael-Luis Rafiringa

ANTANANARIVO, venerdì, 5 giugno (ZENIT.org).- Domenica 7 giugno verrà beatificato a Antananarivo fr. Rafael-Luis Rafiringa, primo Fratello delle Scuole Cristiane (lasalliani) in Madagascar.

Fr. Rafael-Luis, ha riferito a ZENIT José A. Warletta, dei Fratelli delle Scuole Cristiane, nacque ad Antananarivo, in Madagascar, nel 1856, figlio di un funzionario della regina.

La sua vita trascorse prima in un contesto tradizionale, poi sotto l’influenza franco-inglese e infine del tutto francese. Il panorama in cui crebbe proietta su di lui una luce molto speciale, trasformandolo in un interprete significativo dell’evoluzione del suo Paese.

Fr. Rafael-Luis Rafiringa si mostra come il nuovo malgascio al di sopra dei tempi, e suscita ancor più interesse perché le sue vicissitudini attraversano molti ambiti diversi tra loro: pagano, cristiano, scolastico, letterario, politico e perfino giudiziario.

La personalità di fr. Rafael-Luis assume il suo vero significato soprattutto nel campo spirituale. E’ stato principalmente un uomo di Dio che le circostanze hanno spinto a uscire dall’ambito di una piccola scuola per dare risposta a un’esigenza della quale probabilmente neanche lui comprendeva la portata.

Primo discepolo di San Giovanni Battista de La Salle in Madagascar, dotato di una grande intelligenza e forza di volontà, sfidò le ambizioni della famiglia e chiese di unirsi a quegli “strani” missionari, non sacerdoti, arrivati da poco nell’isola.

Scuola, traduzioni in lingua malgascia di opere francesi, composizione di testi scolastici: furono queste le sue occupazioni costanti, fino a quando, in seguito ai moti indipendentisti scoppiati nell’isola, tutti i missionari stranieri vennero cacciati ed egli si vide eletto per acclamazione popolare guida dei cattolici.

In questo compito inatteso, diede una prova ineguagliabile delle sue capacità non comuni, formando catechisti, organizzando incontri, riunioni e para-liturgie in ogni angolo dell’isola, scrivendo opuscoli e compendi della dottrina cattolica, canti e poesie.

Quando ai missionari fu data la possibilità di rientrare, con loro meraviglia, trovarono le comunità cristiane più numerose e fervorose di come le avevano lasciate.

Fr. Rafael-Luis morì il 19 maggio 1919 a Fianarantsoa.

Questo pagano trasformatosi in degno figlio di San Giovanni Battista de La Salle, afferma Warletta, “è una splendida dimostrazione di quello che può la grazia di Dio quando incontra un terreno fertile. Per il suo sapere, la sua azione e la sua santità è ormai una delle glorie più genuine di cui può andar fiera la Grande Isola”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione