Dona Adesso
Church destroyed during the war in Syria

ACN

Persecuzione cristiani: un convegno informativo a Milano

Sabato prossimo alla Regione Lombardia, l’evento promosso da Aiuto alla Chiesa che Soffre

La sezione italiana della Fondazione Pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre organizza, insieme alla Regione Lombardia, in particolare all’Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie guidato da Cristina Cappellini, e alla redazione de Gli Occhi della Guerra, l’evento SOS Christians per richiamare l’attenzione nazionale e internazionale sulla situazione di persecuzione che affligge milioni di Cristiani in diverse aree del mondo, dal Medio Oriente alla Nigeria, fino al Pakistan.

Il convegno è aperto al pubblico e si terrà a Milano sabato 29 ottobre alle ore 16 (Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, v. F. Filzi 22). Interverranno, tra gli altri, testimoni provenienti dai territori in cui la persecuzione è più cruenta. Le conclusioni saranno affidate al Presidente di ACS-Italia, Alfredo Mantovano, e al Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni.

“Per Aiuto alla Chiesa che Soffre – ha spiegato il suo direttore Alessandro Monteduro – il valore della testimonianza è centrale. Raccontare del dramma della comunità religiosa maggiormente perseguitata al mondo, quella cristiana, e farlo con testimoni che arrivano direttamente dai luoghi della sofferenza, è perno essenziale della nostra missione. Dopo l’evento di Fontana di Trevi a Roma, e la mostra sulla persecuzione anticristiana al Meeting di Rimini, il 29 ottobre a Milano proveremo dunque ad accendere nuovamente le luci sui 200 milioni di Cristiani perseguitati o discriminati nel mondo”.

L’evento è stato organizzato “per ricordare all’opinione pubblica e alla comunità internazionale il dramma che i Cristiani, in nome della loro fede, vivono ogni giorno sulla loro pelle”, afferma l’Assessore Cappellini. È “un dramma che, a seguito della nascita dello Stato Islamico ha assunto via via le sembianze di un vero genocidio, tanto che a breve sarà discussa una mozione in Consiglio regionale con l’intento di sensibilizzare le istituzioni nazionali, ossia Parlamento e Governo, sul tema del riconoscimento della qualifica di “genocidio” alle persecuzioni perpetrate dallo Stato Islamico. In linea con tutte le iniziative che ho già voluto mettere in campo, come Assessorato e come Giunta, il 29 ottobre prossimo, insieme alla Fondazione Aiuto alla Chiesa che Soffre e ai giornalisti de Gli Occhi della Guerra riaccenderemo i riflettori su un dramma purtroppo ancora ignorato dalle istituzioni, dalla politica, dalla maggioranza dei media e dell’opinione pubblica. L’evento è aperto a tutti e avrà una valenza internazionale”.

“Da quando sono nati – ha spiegato Andrea Pontini, amministratore delegato de ilGiornale.it e presidente dell’Associazione per la Promozione del Giornalismo – “Gli Occhi della Guerra” raccontano, grazie al sostegno attivo dei lettori, il dramma dei Cristiani sotto tiro nel mondo. Con i nostri reporter siamo stati in Siria, in Iraq, in Kurdistan, in Pakistan, in Repubblica Centrafricana e vogliamo continuare ad andare ovunque i nostri fratelli vengono uccisi solo per il loro credo. Tutto questo grazie alla passione e generosità dei lettori che hanno un desiderio fortissimo di conoscere questa tragedia troppo spesso lontana dai riflettori dei media”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione