Dona Adesso

Per i clochard un dono da papa Francesco

Anche quest’anno, la sera del Venerdì Santo, l’Elemosiniere Krajewski ha distribuito i biglietti di auguri di Pasqua assieme ad una somma in denaro

Come l’anno scorso, i poveri e i mendicanti di Roma hanno ricevuto il loro dono da parte del Santo Padre, in occasione del Venerdì Santo. Nelle stesse ore in cui si celebrava la Via Crucis al Colosseo, l’Elemosiniere di Sua Santità, monsignor Konrad Krajewski, e il capoufficio dell’Elemosineria, monsignor Diego Ravelli, hanno visitato almeno 300 persone senza fissa dimora o ospiti dei dormitori.

A tutti è stato consegnata una busta con un biglietto per gli auguri pasquali recante l’immagine di papa Francesco e una somma di denaro. “Una piccola carezza”: così la definiscono i responsabili dell’Elemosineria. Un dono apparentemente di piccole dimensioni che ha però scatenato la gioia degli emarginati della Capitale.

I poveri continuano così ad essere nel cuore di Francesco, al centro delle sue attenzioni e dei suoi gesti. Dalle docce e il barbiere per i clochard, fino alla visita ai Musei Vaticani organizzata solo per loro, comprensiva di incontro con il Papa. Senza dimenticare la sepoltura del senzatetto Willy, nel cimitero tedesco in Vaticano.

Iniziative che assumono una luce del tutto particolare ed autentica, in prossimità della Resurrezione di Gesù Cristo, che il Venerdì Santo ha portato la corona di spine per tutti gli ultimi della terra. Per poi gioire assieme a loro tre giorni dopo.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione