Dona Adesso

Per far risuonare il “Verbo della vita” all’uomo di oggi

Inaugurato l’Anno accademico 2016-2017 dell’Istituto Teologico Calabro “San Pio X” di Catanzaro, aggregato alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale

Con una solenne concelebrazione eucaristica, presieduta da mons. Luigi Antonio Cantafora, vescovo di Lamezia Terme, è stato inaugurato ufficialmente martedì 11 ottobre l’anno accademico dell’Istituto Teologico Calabro “San Pio X” di Catanzaro, aggregato alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale.

Mons. Cantafora, moderatore degli studi, è stato accolto dai saluti del direttore dell’Istituto Teologico Calabro, prof. don Vincenzo Lopasso, che ha rimarcato la missione culturale e spirituale della realtà accademica a servizio della formazione del futuro clero, dei religiosi e dei fedeli laici, con  un percorso di studio e di ricerca sulla verità rivelata in Gesù Cristo, che deve aiutare tutti a dare un contributo costruttivo nella vita della Chiesa e della società.

Parole di incoraggiamento sono state espresse da mons. Cantafora al corpo docente, ai superiori del Seminario, agli studenti ed a tutta la realtà accademica, chiamata sempre di più a testimoniare e trasmettere il vangelo, nella consapevolezza che l’imperativo di Gesù: “Andate e predicate il Vangelo”, mantiene sempre vivo il suo valore ed è carico di un’urgenza intramontabile.

Analizzando il ruolo fondamentale della preghiera, dello studio e della missione, mons. Cantafora ha invitato i presenti ad affidare l’impegno al Signore, datore di ogni sapienza, per un lavoro proficuo e sereno che possa far risuonare il “Verbo della vita” all’uomo di oggi.

Poi il Direttore don Lopasso e tutti i docenti, dinanzi al Vescovo Cantafora, hanno recitato la formula della “Professione di fede”, manifestando, secondo quanto richiesto dalla Chiesa, fedeltà ed impegno nell’insegnamento e nella testimonianza.

In questo nuovo anno accademico l’auspicio di don Vincenzo Lopasso, impegnato come docente anche presso lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme, sarà quello di continuare ad intensificare i rapporti di collaborazioni già instaurati con le altre realtà culturali della regione, cercando di offrire un contributo concreto nella valorizzazione sociale e culturale dell’intero territorio.

.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione