Dona Adesso

Santa Messa nello Zayed Sports City - Foto © Servizio Fotografico - Vatican Media

Parole di ringraziamento di S.E. Mons. Paul Hinder, O.F.M., Vescovo tit. di Macon e Vicario Apostolico dell’Arabia del Sud

Santa Messa nello Zayed Sports City

Santa Messa nello Zayed Sports City – Parole di ringraziamento di S.E. Mons. Paul Hinder, O.F.M., Vescovo tit. di Macon e Vicario Apostolico dell’Arabia del Sud, al termine della Messa

Santo Padre,
a nome di tutti i fedeli qui presenti o che stanno seguendo questa celebrazione alla televisione, desidero ringraziare Vostra Santità per la Sua visita. Essa mostra la vostra cura pastorale per questa Chiesa composta da migranti provenienti da ogni parte del mondo. Ella è venuta a noi come Simon Pietro che ricevette dal Signore risorto il mandato di confermare la fede dei suoi fratelli e delle sue sorelle. Noi L’assicuriamo della nostra preghiera e rinnoviamo la nostra fedeltà al Successore di San Pietro.

Ottocento anni fa San Francesco d’Assisi si incontrò con il Sultano Malik Al Kamil in Egitto. Fu un incontro caratterizzato dal reciproco rispetto. In modo analogo, Ella è venuto in un Paese musulmano con l’intenzione di fare come fece San Francesco nel 1219. Noi cristiani cerchiamo di seguire la direttiva che San Francesco diede allora ai suoi fratelli e di “vivere spiritualmente tra i musulmani … non impegnandoci in discussioni e semplicemente riconoscendo che noi siamo cristiani”.

Desidero ringraziare le Autorità degli Emirati Arabi Uniti, specialmente Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Zayed, Principe Ereditario di Abu Dhabi, che ha generosamente reso possibile questa visita e ci ha offerto questo spazio dove poter celebrare una S. Messa con l’assistenza del maggior numero possibile di fedeli. Ringrazio tutti gli appartenenti alla Chiesa e tutti coloro che vivono in questo Paese e che hanno lavorato sodo per rendere possibile questa celebrazione. Infine, voglio ringraziare tutti coloro che sono venuti a celebrare con noi: Patriarchi, Cardinali, Vescovi, Sacerdoti, Religiosi, donne e uomini da Paesi vicini e lontani, senza dimenticare quelli che hanno partecipato alla celebrazione mediante la televisione.

Santo Padre, mentre stiamo per terminare questo storico momento, Le chiedo di impartirci la Sua Apostolica Benedizione. A Lei e ai Suoi accompagnatori auguriamo un sereno viaggio di ritorno a Roma.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione