Dona Adesso

“Papa Giovanni, un angelo per il mondo”

Il 29 aprile apre a Venezia una mostra inedita sul santo Roncalli

Sarà inaugurata martedì 29 aprile, alle ore 19, al Laurentianum di Mestre (a fianco del Duomo, in piazza Ferretto) la mostra documentaria Papa Giovanni, un angelo per il mondo, realizzata grazie al coordinamento di diverse realtà ecclesiali in coincidenza con la canonizzazione – insieme a Giovanni Paolo II – di Giovanni XXIII, che fu patriarca di Venezia dal 1953 al 1958. Alla cerimonia inaugurale interverranno don Fabio Tonizzi, direttore dell’Istituto Superiore Scienze Religiose San Lorenzo Giustiniani (Marcianum-Venezia), e Roberto Papetti, direttore del Gazzettino; la mostra (orario 17-19 e ingresso libero) rimarrà aperta fino a domenica 11 maggio.

Una serata di approfondimento e spettacolo sarà ospitata poi nella Sala Teatro del Centro Kolbe venerdì 9 maggio (ore 18.45). Dal 16 al 30 maggio (orario 10-17) la mostra verrà quindi allestita al Museo diocesano di Venezia (Sant’Apollonia), dove rimarrà due settimane, e durante l’estate diventerà itinerante nelle località balneari del Litorale, con l’intenzione di arricchirla di nuovo materiale relativo a quelle parrocchie.

La mostra è dedicata a quattro aspetti della vita e dell’attività di Angelo Giuseppe Roncalli, dagli incarichi nella diplomazia al patriarcato di Venezia al pontificato, ognuno dei quali sarà illustrato in cinque pannelli con testi e fotografie: la biografia (con particolare riferimento al periodo veneziano, ricordato anche con alcune significative prime pagine del settimanale diocesano La Voce di San Marco), l’ecclesiologia (dalle nuove chiese nella terraferma veneziana alla Mater et magistra e al Concilio Vaticano II), l’ecumenismo (dalle prime esperienze nelle Nunziature a Sofia e Istanbul e quindi a Parigi agli anni veneziani e verso il Concilio), la pace (dalla crisi di Cuba alla Pacem in terris, dai “segni dei tempi” al “no alla guerra”); è previsto inoltre un video con una sintesi di testimonianze di veneziani – sacerdoti e laici – che hanno conosciuto il patriarca Roncalli, mentre la colonna sonora sarà affidata al Beatus vir di Vivaldi.

Gli organizzatori – gli Uffici pastorali per la cultura e l’università, per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, per la pastorale sociale e del lavoro, l’Istituto superiore scienze religiose, il Laurentianum, l’Archivio storico del Patriarcato, Pax Christi, il Centro studi teologici Germano Pattaro, il Centro Kolbe – hanno scelto testi e fotografie che offrano delle proposte e dei suggerimenti per conoscere o approfondire la figura e l’opera del “Papa buono”. Pur essendo rivolta a tutti, la mostra vuole in particolare avvicinare i più giovani a un grande protagonista della storia del Novecento, a molti sconosciuto o conosciuto per cenni superficiali e spesso distorti.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione