Dona Adesso

Venezuela, proteste / Wikimedia commons - Andrés E. Azpúrua, CC BY-SA 3.0

Papa Francesco riceverà giovedì i vescovi del Venezuela

Costruire ponti senza scoraggiarsi

Papa Francesco riceverà giovedì 8 giugno il Consiglio di Presidenza della Conferenza Episcopale del Venezuela (CEV) in udienza. Lo ha reso noto ieri, lunedì 5 giugno 2017, poco dopo le ore 20 il direttore della Sala Stampa vaticana, Greg Burke.

“L’incontro è stato richiesto dalla medesima Conferenza Episcopale che desidera parlare con il Papa della situazione del Venezuela”, aggiunge la breve nota vaticana.

Da tempo i vescovi del Venezuela riflettono su come uscire dalla grave crisi economica, politica e sociale che sta vivendo il Paese sudamericano.

In un messaggio datato al 5 maggio ma reso noto solo l’8 maggio, papa Francesco aveva esortato i vescovi a “costruire ponti”, senza lasciarsi vincere “dalla sfiducia o dallo scoraggiamento”, che ha definito “mali che penetrano nel cuore delle persone quando non vedono prospettive di futuro”.

“Sono convinto che i gravi problemi del Venezuela si possono risolvere se c’è la volontà di costruire ponti, di dialogare seriamente e di portare a termine gli accordi raggiunti”, aveva scritto Jorge Bergoglio.

“Vi assicuro — aveva affermato il Pontefice italo-argentino — che sto seguendo con grande preoccupazione la situazione dell’amato popolo venezuelano, con profondo dolore per gli scontri e la violenza di questi giorni, che hanno provocato numerosi morti e feriti, che non aiutano a risolvere i problemi ma provocano solo ulteriore sofferenza e dolore.”

Francesco aveva espresso la sua vicinanza ai vescovi, sacerdoti, religiosi/e e laici che condividono il dolore del popolo venezuelano, che “sta soffrendo per la mancanza di cibo e medicine, e in alcuni casi, hanno subito attacchi personali e atti violenti nelle chiese”.

Già in occasione del Regina Caeli di domenica 30 aprile 2017, il Pontefice aveva richiamato l’attenzione sulla crisi venezuelana, rivolgendo “un accorato appello al Governo e a tutte le componenti della società venezuelana affinché venga evitata ogni ulteriore forma di violenza, siano rispettati i diritti umani e si cerchino soluzioni negoziate alla grave crisi umanitaria, sociale, politica ed economica che sta stremando la popolazione.” (pdm)

About Anita Bourdin

Giornalista francese accreditata presso la Santa Sede dal 1995. Ha lanciato il servizio francese di Zenit nel gennaio 1999. Master in giornalismo. Laura in lettere classiche (Sorbonne). Abilitazione al dottorato in teologia biblica (PUG). Corrispondente a Roma di Radio Espérance.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione