Dona Adesso

Saulius Skvernelis / Wikimedia Commons - Ināra Mūrniece tiekas ar Lietuvas premjerministru, CC BY-SA 2.0

Papa Francesco riceve domani il primo ministro della Lituania

Nell’ottobre 2015 aveva incontrato la presidente del Paese baltico

Papa Francesco riceverà domani, venerdì 6 ottobre 2017, il primo ministro della Lituania, Saulius Skvernelis.

Due anni fa, il 29 ottobre 2015, il romano Pontefice aveva già incontrato in Vaticano la presidente del Paese baltico, Dalia Grybaudskaité. La politica si era incontrata anche con il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, e con il segretario per i Rapporti con gli Stati, l’arcivescovo Paul Richard Gallagher.

Durante l’incontro erano stati abbordati vari temi, in particolare quello della solidarietà europea nell’affrontare la crisi migratoria e la pace in Ucraina.

Meno di tre settimane fa, il 21 settembre, il nuovo ambasciatore della Lituania presso la Santa Sede, Petras Zapolskas, ha presentato le sue Lettere credenziali al Santo Padre.

E venerdì scorso, il 29 settembre, il Pontefice ha nominato un secondo vescovo ausiliare per la diocesi di Vilnius, la capitale lituana, mons. Darius Trijonis.

La Lituania conta attualmente quasi 2,9 milioni di abitanti, di cui più di 650.000 — quasi un quarto — vivono a Vilnius e più di 550.000 nella seconda città del Paese, Kaunas.

I cattolici costituiscono quasi l’80% della popolazione. Presenti sul territorio sono anche una minoranza ortodossa (4% circa) e una protestante. Il Paese ha anche una comunità ebraica, inoltre una caraita (il caraismo è una variante religiosa dell’ebraismo, che rifiuta ogni scrittura successiva alla Torah) e infine una musulmana.

La lingua lituana è parlata dall’85% circa della popolazione. Minoritari sono il russo (7%) e il polacco.

Il Paese baltico ha proclamato la sua indipendenza dall’URSS nel marzo del 1990. Giovanni Paolo II ha visitato la Lituania dal 4 all’11 settembre 1993, solo pochi giorni dopo la partenza degli ultimi soldati russi.

Durante la sua visita, il Pontefice polacco ha pregato davanti all’immagine di Gesù Misericordioso conservata nella chiesa di Santo Spirito a Vilnius.

Si tratta del quadro originale dipinto da Eugeniusz Kazimirowski nel 1934 sulle indicazioni di santa Faustina Kowalska, sotto la supervisione del beato padre Michal Sopocko. (pdm)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione