Dona Adesso

Papa Francesco in volo verso le Filippine

Dopo una breve visita al santuario mariano “Our Lady of Lanka” e all’Istituto Culturale Benedetto XVI, il Papa ha lasciato lo Sri Lanka per recarsi nell’arcipelago asiatico a maggioranza cattolica

Ultima tappa del Pontefice nel Ceylon è stata il Santuario di “Our Lady of Lanka”(Nostra Signora di Lanka), situato lungo la strada che lo ha portato dalla Nunziatura all’aeroporto internazionale “Bandaranaike”. Il Santuario non è altro che una piccola Chiesa di stile asiatico costruita nel sobborgo di Tewatte, al cui interno si venera la Madonna, “Nostra Signora di Lanka”.

Giunto in macchina, il Santo Padre è stato accolto da padre Mahamalage Quinnus Fernando, rettore dell'”Istituto Culturale Benedetto XVI” accluso alla Chiesa. E’ questo un istituto nato su iniziativa del cardinale Ranjith al fine di collaborare con le autorità e riconciliare tutte le istituzioni civili e religiose del Paese, dopo la lunga e sanguinosa guerra civile tra le etnie singalese e tamil.

Nella cappella del Santuario, Francesco ha potuto raccogliersi in preghiera per alcuni minuti accompagnato dai una decina di gesuiti della comunità locale. Presenti anche un coro e un piccolo gruppo di pescatori. Altre centinaia aspettavano invece il Papa all’esterno. Proprio loro sono stati i principali collaboratori nella costruzione del Centro.

La Basilica invece – ricorda Asia News – è frutto di un voto dell’arcivescovo di Colombo, mons. Jean-Marie Masson, il quale nel 1940 si impegnò a costruire un edificio dedicato a Maria, se all’isola fossero stati risparmiati gli orrori della guerra.

Nel 1946 ottenne il permesso vaticano di realizzare la chiesa e dedicarla alla Nostra Signora di Lanka. Papa Pio XII nel 1948 proclamò la Madre Benedetta protettrice dello Sri Lanka. La costruzione iniziò nel febbraio del 1951. La statua della Madonna di Lanka è stata benedetta da Papa Pacelli e portata nell’Isola nel 1952. La messa di consacrazione del 1974 venne officiata da tutti i vescovi del Paese, guidati dal cardinal Thomas Cooray.

Dopo il momento di orazione privato e il saluto ai fedeli presenti, il Papa si è quindi spostato in aeroporto per il volo. L’arrivo nelle Filippine è previsto intorno alle 17.45, ora locale (10.45 ora di Roma). Nel suo tragitto, il velivolo sorvolerà gli spazi aerei di India, Myanmar, Thailandia, Cambogia e Vietnam, per una distanza di 4.567 km.  L’atterraggio avverrà a Villamor Air Base di Manila, di fronte al Terminal commerciale dell’Aeroporto Ninoy Aquino.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione