Dona Adesso
Pope Francis blesses new SCV-vehicle and picture of the Virgin of Pompei

PHOTO.VA

Papa Francesco benedice l’auto-cappella della Missione del Rosario di Pompei

Si tratta di una cappella installata su una automobile che permette di portare a tutte le diocesi del mondo l’immagine sacra della Vergine 

Poco prima dell’Udienza generale di oggi, in piazza San Pietro, Papa Francesco ha benedetto personalmente la “auto-cappella” della Madonna di Pompei. Si tratta, cioè, di una cappella installata su una automobile che permette di portare a tutte le diocesi del mondo l’immagine sacra della Vergine di Pompei. Una benedizione ideale, quella del Pontefice, a tutta la tradizione della Missione Mariana del Rosario di Pompei.

Essa nasce negli anni ’50 su ispirazione da Bartolo Longo, il fondatore della nuova Pompei e del Santuario dedicato alla Vergine Maria, il quale al termine del suo cammino di conversione, scoprì che l’essenza della sua chiamata era proprio nel diffondere il Rosario, come gli aveva annunciato la Madonna. Divenne così missionario, prima tra i contadini e poi con le folle di fedeli giunti a venerare la Vergine del Rosario. Il suo obiettivo era “evangelizzare, attraverso il Rosario”, e la Missione Mariana del Rosario è nata per realizzare questa specifica vocazione. Gli aderenti, dopo decenni, proseguono infatti questo impegno.

Attualmente, la Missione è guidata da mons. Francesco Paolo Soprano e dal vice responsabile don Rosario Maria Franco Pepe. Loro, insieme all’arcivescovo di Pompei Tommaso Caputo, sono stati presenti oggi in piazza San Pietro e hanno assistito alla benedizione del Papa.

L’autocappella – completamente rinnovata, dopo che ha subito anche un furto con danni nel 2009 – serve a trasportare l’icona della Vergine del Rosario di Pompei alle diocesi che ne fanno richiesta. Le numerose Missioni che si realizzano durante l’anno toccano tutte le regioni italiane e, nel corso degli anni, hanno raggiunto anche Australia, Stati Uniti, Canada e Malta.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione