Dona Adesso
Child in front of the tv

Child in front of the tv - Wikimedia Commons

Papa ai giovani: “Attenti agli inganni di una vita da ‘reality show’, senza scopo e senza fine”

Nel Messaggio per la 32esima Giornata Mondiale della Gioventù a livello diocesano, Francesco propone la Vergine Maria come modello per le nuove generazioni

“I programmi in tv sono pieni di cosiddetti ‘reality show’, ma non sono storie reali, sono solo minuti che scorrono davanti a una telecamera, in cui i personaggi vivono alla giornata, senza un progetto”. È pieno di riferimenti al linguaggio dei giovani, influenzato dai nuovi mezzi di comunicazione, il Messaggio che oggi, 21 marzo 2017, Papa Francesco ha inviato ai ragazzi che parteciperanno alla 32esima Giornata Mondiale della Gioventù.

L’evento sarà celebrato a livello diocesano il 9 aprile 2017, Domenica delle Palme, sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente” (Lc 1,49). E proprio di “grandi cose”, come quelle compiute dalla Vergine Maria, il Pontefice invita a riempire la propria vita.

Egli chiede di diffidare dei modelli imposti da certi programmi televisivi, dove i personaggi “vivono alla giornata, senza un progetto”. E fa allora appello ai giovani: “Non fatevi fuorviare da questa falsa immagine della realtà! Siate protagonisti della vostra storia, decidete il vostro futuro!”.

Il modello che lui propone è quello della Madonna, la quale – come riferisce il Vangelo di San Luca – “custodiva tutte le cose meditandole nel suo cuore”. Secondo il Vescovo di Roma, “questa semplice ragazza di Nazareth ci insegna con il suo esempio a conservare la memoria degli avvenimenti della vita, ma anche a metterli insieme, ricostruendo l’unità dei frammenti, che uniti possono comporre un mosaico”.

Papa Francesco sottolinea dunque l’importanza di far memoria del passato. “Una società che valorizza solo il presente – la sua riflessione – tende anche a svalutare tutto ciò che si eredita dal passato, come per esempio le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”. Si tratta di una società che produce una cultura secondo cui è meglio vivere “in situazioni cosiddette ‘aperte’, comportandosi nella vita come in un ‘reality show’, senza scopo e senza fine”. Ma l’appello del Pontefice è granitico: “Non vi lasciate ingannare!”.

Del resto – aggiunge – “Dio ci aiuta a dare il dovuto valore al passato, per progettare meglio un futuro di felicità”, esperienza che si può vivere soltanto – prosegue il Papa “se si vivono autentiche esperienze d’amore, che si concretizzano nello scoprire la chiamata del Signore e nell’aderire ad essa”.

***

Qui il testo integrale del Messaggio di Papa Francesco.

About Federico Cenci

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione