Dona Adesso

Twitter

Papa ad Assisi. Greg Burke: “Un messaggio di perdono di importanza globale”

Il nuovo portavoce vaticano accoglie con sorpresa la presenza dell’Imam di Perugia ieri davanti alla Porziuncola

Una giornata in cui molta gente ha “toccato la misericordia di Dio”. La visita di papa Francesco di ieri alla Porziuncola è stato il primo grande evento gestito e seguito mediaticamente da Greg Burke, in qualità di direttore della Sala Stampa della Santa Sede.

Ai microfoni della Radio Vaticana, il neoportavoce vaticano, entrato ufficialmente in servizio lunedì scorso, succedendo a padre Federico Lombardi, ha definito la meditazione del Papa ad Assisi “breve ma molto forte”, indicando il “momento clou” nelle confessioni amministrate a sorpresa da Francesco a Santa Maria degli Angeli.

“Noi abbiamo contato diciannove persone: i primi quattro erano giovani scout; due ragazze e due ragazzi; poi i volontari; due preti e anche un frate francescano”, ha commentato Burke, salutando come assai significativo l’invito del Santo Padre ai vescovi e frati presenti di mettersi al confessionale anche loro.

Al termine del pellegrinaggio, Burke è rimasto “sorpreso” di vedere, assieme ai vescovi e ai frati del convento, anche l’imam di Perugia: “Hanno parlato per pochi minuti e chiaramente erano molto sorridenti”, ha commentato.

Il messaggio sul perdono e sulla misericordia, trasmesso ieri dal Pontefice, è un messaggio di “importanza globale” di cui il mondo ha particolarmente “bisogno in questo momento”, ha aggiunto il portavoce vaticano. “Prima di tutto, infatti, Dio ha perdonato noi. Dunque, quanto è difficile perdonare, ma quanto è importante farlo”, ha poi concluso.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione