Dona Adesso

RNS

Papa a RnS: “Contribuite al sorgere di un nuovo umanesimo”

In occasione della 40° conferenza degli animatori, messaggi di auguri anche dal card. Bagnasco, da mons. Farrell e da mons. Fisichella

Ha preso il via oggi, 29 ottobre, presso il Palacongressi di Rimini, la 40ª Conferenza Animatori del RnS che si concluderà martedì 1 novembre. Con estrema gratitudine il movimento ha accolto i messaggi augurali della Segreteria di Stato Vaticana, del card. Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, di mons. Kevin Farrell, prefetto del Dicastero laici, famiglia e vita, di mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione.

Nel contesto dell’Anno Santo della Misericordia, che ha visto il Rinnovamento nello Spirito particolarmente impegnato nell’“esercizio delle opere di misericordia spirituali e corporali”, si legge nel messaggio della Segreteria di Stato che Papa Francesco “esorta a camminare in novità di vita, resi fecondi dalla fervorosa partecipazione alla mensa della Parola e del pane di vita e dalla preghiera personale e comunitaria, per contribuire con la forza rinnovatrice del Vangelo al sorgere di un nuovo umanesimo illuminato dallo splendore della Verità”.

“È sempre motivo di gioia spirituale costatare l’intensità della vostra attività apostolica, che svolgete a servizio del Signore e della Chiesa, con il cuore aperto a tutto il nostro mondo”: con queste parole il presidente della CEI, card. Angelo Bagnasco, ha inviato i suoi saluti ai partecipanti alla Conferenza animatori.

Ricordando la Convocazione nazionale del 2015, l’Arcivescovo di Genova ha aggiunto: “A tutti i membri del Rinnovamento nello Spirito, nel memorabile incontro a Piazza San Pietro dello scorso anno, Francesco ha richiamato questa specifica vocazione: a diventare, nello Spirito, operatori di unità, per portare la pace e l’armonia di cui il mondo ha ardente sete”. ‘Voi carismatici – vi ha detto – avete una grazia speciale per pregare e lavorare per l’unità dei cristiani’. Custodite dunque questo mandato così esplicito e alto, avvertendone la grazia e la responsabilità’, per essere sempre nella Chiesa ‘costruttori di unità, aiutando tutti a percepirla come madre e come famiglia. Contribuite a renderla ministeriale mediante la costruzione di comunità autenticamente carismatiche, che facciano scoprire la grazia data a ognuno nel battesimo e la necessità che, nella comunità dei credenti, ogni membro metta a servizio del bene comune quanto sa fare, quanto ha ricevuto e tutto se stesso’”.

Rimarcando il valore dei progetti portati avanti dal RnS nell’Anno della Misericordia, mons. Kevin Farrell, prefetto del Dicastero laici, famiglia e vita, ha così salutato: “A conclusione dell’anno del Giubileo Straordinario della Misericordia, auguro a tutta l’Associazione che il seme di carità sparso in questo tempo di grazia porti il suo frutto, perché il nome di Dio venga glorificato”.

Rimarca il valore profetico ed evangelizzatore delle Tende della Misericordia mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, nel suo messaggio al RnS: “Le parole che Papa Francesco vi ha indirizzato in occasione della Convocazione dello scorso anno mettevano in evidenza come anche piccoli gruppi di uomini e donne, semplici ma resi nuovi dall’azione dello Spirito Santo, possano diventare strumento efficace proprio perché è lo Spirito che opera in loro e attraverso di loro. Nel corso di questo Anno giubilare avete avuto modo di testimoniarlo abbondantemente con le Tende della Misericordia piantate in tutta Italia e le altre numerose iniziative con cui vi siete fatti prossimi ai fratelli sofferenti, unendo efficacemente annuncio e testimonianza”.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione