Dona Adesso

@ Servizio Fotografico - L'Osservatore Romano

Papa a pellegrini olandesi: “Siate canali per placare la sete di misericordia”

Il saluto del Papa nella Basilica Vaticana al termine della Messa per la “Giornata Olandese”

Siate “canali della misericordia” per placare la sete di tanti uomini e donne che hanno bisogno di conoscere Dio, la sua bontà e il suo amore e “irrigare” la società con l’annuncio del Vangelo. Questo il mandato affidato da Papa Francesco ai fedeli delle Diocesi dei Paesi Bassi venuti a Roma in pellegrinaggio per la “Giornata Olandese” in occasione del Giubileo della Misericordia.

Intervenuto al termine della Messa celebrata stamane presso l’Altare della Cattedra della Basilica Vaticana, il Pontefice ha incoraggiato “ad aprire i cuori” e lasciarsi “plasmare dalla misericordia di Dio”, per diventare “strumenti della misericordia”.

“Abbracciati dal Padre misericordioso che ci offre sempre il suo perdono, sarete capaci di testimoniare il suo amore nella vita di ogni giorno. Gli uomini e le donne di oggi hanno sete di Dio, hanno sete della sua bontà e del suo amore”, ha sottolineato Francesco. “Anche voi, come ‘canali’ della misericordia – ha aggiunto – potete aiutare a placare questa sete; potete aiutare tante persone a riscoprire Cristo, Salvatore e Redentore dell’umanità; come discepoli missionari di Gesù potete ‘irrigare’ la società con l’annuncio del Vangelo e con la carità, soprattutto verso i più bisognosi e le persone abbandonate a sé stesse”.

“L’Anno Santo ci fa entrare ancora di più in rapporto con Gesù Cristo, volto della misericordia del Padre”, ha evidenziato il Santo Padre. Ha quindi esortato: “Non arriviamo mai ad esaurire questo grande mistero dell’amore di Dio! È la sorgente della nostra salvezza: tutto il mondo, tutti noi abbiamo bisogno della misericordia divina. Essa ci salva, ci dà vita, ci ricrea come veri figli e figlie di Dio”.

Attraverso la misericordia “noi sperimentiamo la bontà salvifica di Dio in modo particolare nel sacramento della Penitenza e Riconciliazione”. La Confessione è, infatti, “il luogo in cui si riceve in dono il perdono e la misericordia di Dio” dal quale “ha inizio la trasformazione di ciascuno di noi e la riforma della vita della Chiesa”, ha assicurato il Pontefice. Per poi concludere affidando “tutta la Chiesa nei Paesi Bassi alla materna protezione di Maria Santissima, Madre della Misericordia”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione