Dona Adesso

“Padre Pi.Gi., vada avanti con questo fuoco che ha nel cuore”

Il Santo Padre ha ricevuto in udienza il fondatore e presidente dell’Organismo Internazionale di Servizio per le Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione

Stamattina, lunedì 15 dicembre, papa Francesco ha ricevuto in udienza privata don Pi.Gi. Perini, Fondatore e Presidente dell’Organismo Internazionale di Servizio per le Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione.

Questo incontro ha coronato il sogno del fondatore delle Cellule: colloquiare con Sua Santità di evangelizzazione. Don Pi.Gi. ha speso la sua vita, sacerdotale e personale, per questo impegno: portare la Buona Novella agli ultimi, a chi non la conosce, infatti, è sempre stato il suo “chiodo fisso” e da tale pressante motivo sono nate le Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione che hanno come fine ultimo proprio quello di diffondere anche quel poco di Gesù che abbiamo incontrato. Obiettivo di tale intento sono i lontani, gli assenti, coloro che non amano la Chiesa cristiana o ne hanno perso il valore.

Divenuto parroco della Basilica di Sant’Eustorgio a Milano nel 1977, don Pi.Gi. si è convertito attraverso il Sistema di Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione, conosciuto nella comunità parrocchiale di St. Boniface a Pembroke Pines, Florida. La sua trasformazione convinta e autentica ha aiutato tanti fratelli a sperimentare quanto è buono e grande il Signore, attraverso un cammino di conversione personale e comunitaria.

In molti, infatti, nell’avvicinarsi a Gesù, attraverso le Cellule, hanno scoperto una naturale propensione all’evangelizzazione, a testimoniare come il Signore ha cambiato la propria vita. Il ruolo dei laici dunque cambia: essi diventano corresponsabili efficaci del parroco e portatori quanto lui della Buona Novella.

L’incontro è terminato con le seguenti parole del Papa rivolte a don Pi.Gi: “Padre vada avanti, vada avanti con questo fuoco che ha nel cuore”, confermando quanto la Chiesa in questo momento sia in uscita, rivolta verso l’esterno, verso coloro che non ne fanno parte.

Le cellule parrocchiali di evangelizzazione sono la realizzazione del desiderio di un parroco che sognava una comunità viva, gioiosa, innamorata di Gesù, nella quale tutti scoprissero la comune vocazione all’evangelizzazione, facendo proprie le ultime parole del Signore ai suoi discepoli “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura” (Mc.16,15).

Questo versetto è anche il titolo del libro che in occasione del 25° Seminario Internazionale sulle C. P. E. è stato pubblicato dalla Casa Editrice Sion, a maggio 2014. In esso vi si leggono tante testimonianze di conversioni, provenienti da tutto il mondo, avvenute nelle cellule, che hanno avuto il ruolo di evangelizzare, di diffondere la Buona Notizia a quanti aspettavano di conoscerla.

Ricordiamo, infine, che le C. P. E. nel 2009 hanno ricevuto in Vaticano l’approvazione ad experimentum dal Pontificio Consiglio per i Laici.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione