Dona Adesso

Padova saluta e ringrazia il suo vescovo

Dopo 26 anni, monsignor Mattiazzo lascia la guida della diocesi per limiti d’età. Domenica prossima un concerto in suo onore

Una giornata di festa, celebrazione, incontro e ringraziamento dedicata al vescovo Antonio Mattiazzo è in programma domenica 21 giugno 2015. La Chiesa di Padova intende salutare e ringraziare il vescovo per i 26 anni alla sua guida, in attesa di quelle che saranno le indicazioni che arriveranno dalla Santa Sede dopo che mons. Mattiazzo ha espresso il desiderio di concludere il suo ministero episcopale in Diocesi.

Alle ore 17 in Cattedrale a Padova il vescovo Antonio presiederà una solenne concelebrazione eucaristica a cui sono invitati i fedeli e le autorità e in particolare i delegati vicariali, i vicari foranei e i Consigli pastorali parrocchiali.

In serata, alle ore 21, al Teatro Verdi, si terrà un concerto in onore del vescovo Antonio Mattiazzo, realizzato in collaborazione con il Comune di Padova e il Conservatorio “Cesare Pollini”, nel contesto della Festa europea della musica.

La serata di musica vede la partecipazione dell’orchestra giovanile “I Polli(ci)ni” del Conservatorio di Padova, che proporrà un programma variegato che attraverserà quasi due secoli di musica, con l’interpretazione di autori quali Isaac Merle, Christoph W. Gluck, Pietro Mascagni, Alexander Borodin, Gaetano Donizetti, Johann Strauss, Leroy Anderson, Cole Porter, Bill Conti.

I biglietti per accedere al concerto potranno essere ritirati – per un massimo di due a persona – da giovedì 18 giugno, al Botteghino del Teatro Verdi (orario 9-18), fino a esaurimento posti.

Costituita nel 2003, l’Orchestra Giovanile “I Polli(ci)ni rappresenta la proposta più innovativa nell’ambito del corso di studi del Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova, e per alcune sue caratteristiche – quali il fatto di esibirsi senza il direttore e il consistente numero dei componenti – costituisce un unicum nell’ambito della Regione Veneto. Dall’esordio a oggi l’orchestra ha effettato un centinaio di concerti, molti dei quali in vere e proprie stagioni concertistiche in sedi prestigiose.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione