Dona Adesso
Basilica of Saint Anthony of Padua

© Wikipedia

Padova. Domenica l’apertura della Porta Santa della Basilica di Sant’Antonio

La celebrazione, con inizio alle 10.45, sarà presieduta dal Delegato pontificio, mons. Giovanni Tonucci

Domenica 20 dicembre solenne celebrazione di apertura della Porta della Misericordia nella basilica del Santo, in occasione dell’anno giubilare. Corrispondente all’attuale porta laterale sul lato nord della basilica, i pellegrini la potranno identificare immediatamente grazie a una particolare struttura temporanea posta all’esterno. 

La celebrazione inizierà con la “stazio” alle 10.45 nel sagrato della basilica, di fronte all’oratorio della Scoletta del Santo, e sarà presieduta dal Delegato pontificio, l’arcivescovo Giovanni Tonucci, che presiederà anche la successiva Messa solenne in basilica.

Il secondo momento del rito, sempre all’esterno, sarà la processione verso la Porta della Misericordia. La processione simboleggia il pellegrinaggio, “segno peculiare dell’Anno Santo perché icona del cammino che ogni persona compie nella sua esistenza”, come recita la bolla Misericordiae vultus, che richiama il fatto che “anche la misericordia è una meta da raggiungere”. Giunto davanti alla porta laterale sul lato nord, il delegato pontificio invocherà l’apertura della Porta Santa che rimanda alla porta del cuore misericordioso di Dio, procedendo all’ostensione solenne del Libro dei Vangeli, parola di misericordia. Quindi l’ingresso in basilica e la processione verso l’altare, con i concelebranti e i ministri, mentre i fedeli prenderanno posto in basilica. All’interno, dopo la memoria del Battesimo, avrà inizio la celebrazione eucaristica.

Al rito di apertura della Porta della Misericordia parteciperanno i rappresentanti delle associazioni e dei gruppi che fanno riferimento alla basilica, come la Veneranda Arca del Santo, il Sovrano Militare Ordine di Malta, i Cavalieri del Santo Sepolcro, l’Ordine Francescano Secolare e la Gioventù Francescana, l’Arciconfraternita di Sant’Antonio, la Pia Unione Macellai Militi dell’Immacolata, la Milizia dell’Immacolata. Sul versante della sicurezza, le operazioni di controllo saranno svolte dalle autorità competenti.

Nel santuario antoniano la Porta della Misericordia è quella rivolta verso la città ma non in concorrenza con le altre Porte Sante cittadine, quella della Cattedrale, aperta domenica scorsa, e quella del santuario di san Leopoldo, che si aprirà il prossimo febbraio, anzi. È stato papa Francesco, nella bolla Misericordiae vultus di indizione del Giubileo straordinario dedicato alla Misericordia, a stabilire che la Porta Santa, da sempre tra i segni più evidenti ed eloquenti nella storia dei Giubilei, sia aperta nelle chiese cattedrali e “anche nei Santuari, mete di tanti pellegrini, che in questi luoghi sacri spesso sono toccati nel cuore dalla grazia e trovano la via della conversione”.

La Porta della Misericordia (così la definisce il Santo Padre) nel santuario per antonomasia di Padova sarà dunque un’ulteriore possibilità per vivere l’esperienza giubilare offerta alle migliaia di pellegrini e fedeli che ogni anno giungono al Santo da ogni parte del mondo. Iniziando dalla Porta della Misericordia, il cammino penitenziale si snoderà all’interno della basilica, seguendo un percorso guidato per il pellegrino.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione