Dona Adesso

Nuova veglia delle Sentinelle in Piedi a Milano

Appuntamento domenica 12 aprile, alle 17, all’Arco della Pace

Le Sentinelle in Piedi torneranno a vegliare a Milano, domenica 12 aprile alle 17, all’Arco della Pace. Gli obiettivi sono sempre gli stessi: impedire l’approvazione dei DDL Cirinnà e Scalfarotto, rispettivamente sulle unioni civili e sull’omofobia. Per tutelare il diritto dei bambini ad avere un padre e una madre e per salvaguardare la libertà di pensiero.

“Abbiamo bisogno di vegliare – scrivono le Sentinelle in un comunicato diffuso da Alleanza Cattolica – per combattere il potere che è entrato in noi abituandoci ai rapporti vissuti come possesso, strumentali alle nostre voglie, slegati dal progetto naturale per cui sono creati, e quindi violenti. E abbiamo bisogno di vegliare perché la nostra coscienza, ultimo baluardo contro la menzogna del potere, sia vigile”.

Le Sentinelle in Piedi vogliono dunque evitare di “soccombere soli al male travestito da buoni sentimenti e affermare davanti a mondo la verità”, a cui “qualcuno si vuole ribellare, ma di cui ha bisogno e che non può negare senza autodistruggere sé e chi a intorno”.

Ed aggiungono: “Noi non ci perdoneremmo di stare a guardare mentre l’ultimo legame con l’altro viene reciso, mentre ai bambini viene negato il legame con il padre o la madre”.

Sempre nell’ambito del dibattito sul gender, Alleanza Cattolica segnala il terzo incontro del ciclo Emergenza educatica, problematiche di oggi. L’appuntamento è sabato 11 aprile alle ore 15.30, presso il Centro culturale Rosetum, in via Pisanello 1. La professoressa Raffaella Iafrate docente dell’Università Cattolica di Milano parlerà di Cosa significa educare all’affettività.

La conferenza è indirizzata in modo particolare ai genitori e agli insegnanti, per tutelare l’educazione dei minori, “che sono le persone che, prime, debbono contenere l’onda d’urto del dilagare di questa teoria tanto cara al mainstream del politicamente corretto, ma pericolosissima, come anche papa Francesco ha recentemente tenuto a sottolineare”.

Per i non milanesi, la ripresa televisiva dell’incontro sarà disponibile nella successiva settimana, su Youtube, all’indirizzo che gli organizzatori si riservano di comunicare.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione